This content is not available in your region

Sport anti Covid: tre esempi per ripensare l'attività fisica durante la crisi sanitaria

Access to the comments Commenti
Di Stefania De Michele
euronews_icons_loading
Sport anti Covid
Sport anti Covid   -   Diritti d'autore  JACK GUEZ/AFP or licensors

Un’attività fisica costante aiuta il sistema immunitario. Basterebbe questo per consigliare lo sport ai tempi del Covid. In più: l’Organizzazione Mondiale della Sanità stima che l’inattività - uno dei fattori di rischio di diabete, ischemie e infarti, tumori e affezioni polmonari - è causa, ogni anno, di 2 milioni di decessi. Ma la crisi sanitaria innescata dalla pandemia ha trasformato lo sport, in particolare nei luoghi chiusi, in una minaccia.

Palestre chiuse, ma lo sport si ripensa

Anthony Barquisseau gestisce due palestre nel lionese e una a Aix-en-Provence. Numeri importanti: 25 coach, circa 200 corsi a settimana, 1000 passaggi giornalieri in ciascun centro.

In attesa di riaprire, è necessario ripensarsi: "Portiamo avanti diverse iniziative, come la TV online che permette agli iscritti di seguire i corsi e mantenere il contatto con i coach - spiega Barquisseau, titolare di Genae Fitness Club - Proponiamo il noleggio di attrezzature: possiamo affittare quasi tutto l'equipaggiamento che si trova nel club, come biciclette e vogatori. E adesso, con il tempo che migliora, stiamo pensando di offrire corsi all'esterno, ma in numero limitato: solo 6 persone con distanziamento, il che permetterà almeno ad alcuni di loro di essere attivi".

Euronews
Palestre chiuse ma...Euronews

Le 'attrezzature ludiche' per fare sport anche da casa

Thierry Pochic è il titolare di Ludifit, società che distribuisce in Francia e nel resto d'Europa attrezzature sportive ad alta tecnologia, che migliorano forma fisica e benessere generale in modo efficace, divertente e motivante. Si tratta di equipaggiamenti innovativi, come l'e-fighting station con il coach virtuale a scandire l'allenamento, il cardiowall, la bicicletta che conduce nei più bei luoghi d'Europa senza spostarsi da casa. In tempi di Covid, la tecnologia diventa dunque un supporto per non rinunciare mai a fare attività fisica

Secondo Pochic, "il Covid non dovrebbe assolutamente essere una scusa per non fare sport. Ci sono ancora un sacco di opportunità per l'esercizio fisico, anche a casa, ad esempio con i pesi o con attrezzature interattive come le biciclette videoconnesse o le macchine per la boxe. Si possono anche trovare applicazioni gratuite sullo smartphone che permettono di avere un allenamento preciso e di fare sport a casa o fuori".

Ludifit
Le macchine ludicheLudifit

Il coach che organizza corsi gratuiti

All'insegna della solidarietà l'impegno di Michael Cordier, personal trainer, uno dei 5 coach dell'associazione Train' in Lyon, che usa tutti gli arredi urbani per lavorare su rafforzamento muscolare ma anche cardio, addominali, allenamento a circuito. Nel rispetto delle misure anti Covid, la sua iniziativa outdoor è rivolta in particolare agli studenti fuori sede di Lione e si avvale, all'occorrenza, anche del supporto gratuito di una psicologa.

Spiega Cordier: "Questa iniziativa offre agli studenti un'ora di lezione di sport di gruppo all'aperto, gratuitamente. Questo è un modo per uscire di casa, per poter fare sport in un ambiente naturale e per creare connessioni tra le persone.

Troisième séance avec les étudiants/ kid coaching/ séance renforcement musculaire d’un côté et Running de l’autre Train' in Lyon

Posted by Micka Coaching on Saturday, February 20, 2021

L'iniziativa si allarga, Michael è stato contattato anche da altri coach che vogliono offrire parte del loro tempo, gratuitamente, ai giovani, i più duramente colpiti dalle misure restrittive adottate per far fronte all'epidemia.
La lotta contro il Covid passa anche attraverso lo sport.