ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Germania, il business dei test rapidi: "Servono più controlli"

Di Euronews
euronews_icons_loading
Euronews
Euronews   -   Diritti d'autore  I test Covid
Dimensioni di testo Aa Aa

È la legge di mercato: dove la domanda schizza, l'offerta cresce di pari passo. Vale anche per i test Covid: a Berlino, quelli rapidi sono diventati un'alternativa accettabile alle ancora lunghe code, necessarie per effettuare il tampone molecolare.
Costano tra i 25 e gli 80 euro, forniscono un risultato in 15-30 minuti e hanno un tasso di sensibilità fino al 97%.
Una semplice ricerca online e si può trovare un centro privato che effettua test rapidi in ogni angolo della Capitale tedesca.

Ma più veloce non sempre significa migliore. In Germania, i funzionari della sanità pubblica sono preoccupati per la mancanza di supervisione di quella che - per alcuni imprenditori - può essere un'opportunità di guadagno facile.

Benjamin Föckersperger, proprietario di un centro analisi, teme la 'concorrenza sleale': "Quando si fanno le cose per bene, si seguono le regole e ci si attiene alle leggi, allora questo costa un po' di soldi. Ma la gente non sempre fa le cose nella maniera giusta: è così che è possibile fare un sacco di soldi".

In questo momento, non c'è alcun controllo su quanti siano i centri privati che effettuano test rapidi a Berlino. Agli occhi dello Stato, il funzionamento di queste strutture rientra nelle prerogative della 'libera impresa'.

Quando ha aperto il suo centro analisi, l'infermiere Dirk Heckert non ha sorprendentemente dovuto far fronte a grandi pratiche burocratiche.

"Se si vuole aprire, diciamo, un chiosco di salsicce in Germania, ci vogliono mesi e mesi di preparazione - dice Heckert - per un centro di test rapidi, il processo è stato invece davvero veloce. È qui che bisogna fare attenzione alle mele marce: non devono accreditarsi da sole. Semplicemente aprono la struttura e sono a posto. Noi abbiamo intrapreso la strada della trasparenza: abbiamo adottato un piano di igiene e presentato una registrazione ".

In una lettera aperta, i funzionari della sanità pubblica hanno sollecitato un controllo più rigoroso. Uno dei timori è che non tutti quelli che dovrebbero essere in quarantena seguano le regole.

Secondo Nicolai Savaskan, funzionario del distretto di Berlino Neukölln, "il problema è che ci sono diversi centri di test rapidi che non trasmettono i risultati - in particolare quelli positivi - alle autorità sanitarie locali, ma li inviano direttamente ai clienti".

I laboratori in Germania sono sovraccarichi e ottenere un test attraverso il medico di famiglia si traduce tempi di attesa più lunghi. Nonostante la mancanza di controlli adeguati, per molti la possibilità di fare un test in un centro privato resta una valida alternativa.