ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Tutti in acqua contro il Covid: a Praga la tradizionale nuotata

Access to the comments Commenti
Di Debora Gandini
euronews_icons_loading
Tutti in acqua contro il Covid: a Praga la tradizionale nuotata
Diritti d'autore  AP Photo
Dimensioni di testo Aa Aa

Per la Repubblica Ceca è una tradizione consolidata nel tempo. E nemmeno la pandemia ha permesso che di cancellare la celebre nuotata che si tiene il giorno di Santo Stefano nel fiume Moldava.

La 74esima edizione dell'"Alfred Nikodem Memorial" si è svolta nel rispetto delle misure anti-Covid. Tutti sottoposti al tampone, e seguendo un rigido protocollo sanitario, centinaia di appassionati nuotatori si sono tuffati nelle gelide acqua del fiume della Moldava nel centro di Praga.

“La manifestazione è dedicata ad Alfred Nikodem. Colui che ha fatto la prima nuotata pubblica con un gruppo di altre sette persone nel 1923, ci ha spiegato Tomas Prokop, uno degli organizzatori. "In pochi anni sempre più nuotatori hanno iniziato a prendere parte a questo evento.” Divertimento, sana competizione ma anche tanta speranza di poter lasciare presto alle spalle un anno davvero difficile: "La parte più dura è quella del test Covid, l'acqua è gradevole, è bella, anche se è fredda in modo pungente, ma è come deve essere a Natale," racconta uno dei partecipanti.

Nuovo lockdown per far fronte all'emergenza Covid

La Repubblica Ceca, paese membro dell'Unione europea, con oltre 10 milioni di abitanti, è alle prese con un numero crescente di contagi. Per far fronte all’emergenza, il governo ha deciso, a partire da questa domenica, un lockdown parziale, con forti limitazione e chiusure mirate. Dei circa 10.000 test COVID effettuati giovedì scorso, il 43% è risultato positivo. Sono stati così registrati 4.363 nuovi malati.

Chiusi tutti i negozi ad eccezione di alimentari, casalinghi e farmacie, limitati gli spostamenti dei cittadini, che possono riunirsi in gruppi di non più di due persone (ad eccezione dei membri di una famiglia). È stato prorogato anche il coprifuoco, che da domenica 27 dicembre entrerà in vigore dalle 21.00 alle 05.00 (ora - dalle 23.00 alle 05.00). Questa domenica, il Paese, effettuerà, come tutti i paesi dell'UE, le prime dosi del vaccino.

In totale, attualmente ci sono 96.308 persone, attualmente, infette nel Paese, di cui 4.455 sono ricoverate in ospedale. Dall'inizio della pandemia sono stati registrati 664.800 casi di contagio da coronavirus. 557.600 le persone guarite. 10.859 i deceduti.