ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Espulso dalle sale, il cinema trova nuova vita sulle piattaforme streaming

euronews_icons_loading
Espulso dalle sale, il cinema trova nuova vita sulle piattaforme streaming
Diritti d'autore  euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Un anno rivoluzionario per il cinema, il 2020. Con le costrizioni dovute alla crisi sanitaria, molti film non sono potuti uscire in sala. Contemporaneamente, si è sviluppata la concorrenza fra piattaforme streaming.

L'anno era cominciato sotto i migliori auspici per il cinema, con l'uscita di 1917, film di guerra diretto da Sam Mendes, regista di diversi James Bond. 1917 conquisterà sette premi Bafta, fra cui miglior film e miglior regista.

Intanto agli Oscar si prepara la sorpresa. Un sudcoreano sconosciuto al grande pubblico, Bong Joon-Ho, si aggiudica quattro statuette, tra cui quella del miglior film, per Parasite.

Poi, terremoto nel mondo del cinema. La data d'uscita del venticinquesimo 007, No Time to Die, prevista inizialmente per aprile 2020, slitta al 31 marzo 2021, poi al 2 aprile... E tutto potrebbe ancora cambiare.

L'unico grande blockbuster a prendersi il rischio di uscire nei cinema nonostante la pandemia è Tenet della Warner, che si morderà le mani per averlo fatto. Il film di Nolan è un flop al botteghino.

Alla fine dell'estate, fra un lockdown e l'altro, è Un altro giro del danese Thomas Vinterberg a far sorridere il pubblico. Il film esce nella maggior parte dei paesi europei e ha un buon successo di pubblico e di critica.A ottobre il regista ai microfoni di euronews si dice soddisfatto: "C'è una gran voglia di andare al cinema, i cinema sono affollati, e funziona. I numeri del coronavirus scendono, e la gente corre al cinema. È bello, è possibile".

Altri film invece non passano sul grande schermo. Pinocchio di Matteo Garrone esce in sala solo in Italia poi direttamente in video on demand o su piattaforma.

Del resto il 2020 è caratterizzato anche dalla concorrenza delle diverse piattaforme di streaming. Disney, per esempio, ha fatto uscire l'ultimo Mulan direttamente su Disney +, limitando l'uscita in sala alla Cina, nuova Eldorado del cinema.

La filiale Pixar farà lo stesso con Soul, che non vedremo al cinema, ma sarà disponibile su piattaforma a Natale.

Journalist • Selene Verri