ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Nausea e convulsioni: l'India meridionale alle prese con una misteriosa epidemia

Nausea e convulsioni: l'India meridionale alle prese con una misteriosa epidemia
Diritti d'autore  AP/AP
Dimensioni di testo Aa Aa

L'esordio ricorda vagamente quello del Covid: una malattia sconosciuta che si diffonde rapidamente in una remota località asiatica, iniziando a mietere vittime prima ancora che i medici possano individuarne con certezza cause ed eziologia.

Ma stavolta, a quanto pare, la fauna selvatica non c'entrerebbe nulla; né ci sarebbe il potenziale per una pandemia, nella strana epidemia che ha colpito lo stato indiano meridionale dell'Andhra Pradesh.

Almeno un uomo è già morto nella zona, a causa di una patologia non ancora identificata che si sta diffondendo a macchia d'olio, portando centinaia d'altri pazienti nelle corsie degli ospedali.

La patologia è stata segnalata nella sera dello scorso sabato a Eluru, un'antica città famosa per i suoi prodotti tessuti a mano. Da allora, secondo i medici, centinaia di pazienti hanno iniziato a sperimentare sintomi che vanno dalla nausea e dall'ansia fino alla perdita di coscienza.

La prima vittima è un uomo di 45 anni che era stato ricoverato in ospedale con nausea e sintomi simili all'epilessia ed è morto domenica notte per un arresto cardiaco, come riferito dall'agenzia di stampa Press Trust of India.

Acqua e latte contaminati

Fin da subito le autorità si sono messe in moto, cercando di determinare la causa della malattia. Alla base dell'epidemia ci sarebbe una contaminazione delle scorte di latte e acqua potabile, nelle quali - com'era già accaduto con le analisi tossicologiche dei pazienti ricoverati - sono stati rinvenuti quantitativi allarmanti di piombo e nickel.

L'ufficio del governatore dello stato, YS Jagan Mohan Reddy, ha confermato la circostanza in un comunicato, facendo sapere che i primi risultati delle analisi di laboratorio condotte nell'ospedale Aiims di Delhi e in altre istituzioni di ricerca, indicano i due minerali velenosi come causa inequivocabile dei disturbi.

Il governatore aveva già incontrato i pazienti malati in un ospedale governativo, mentre il leader dell'opposizione N. Chandrababu Naidu ha twittato per una "indagine completa e imparziale sull'incidente".

Il governo ha inviato un team medico composto da esperti dell'Istituto nazionale di virologia, del Centro nazionale per il controllo delle malattie e dell'Istituto indiano di scienze mediche (AIIMS) per indagare sul fenomeno.

Sintomi neurovegetativi

Secondo un rapporto pubblicato lunedì, citato dall'AFP, la malattia può causare "un attacco epilettico di tre-cinque minuti, perdita di memoria, ansia, vomito, mal di testa e mal di schiena".

Più di 300 persone sono state ricoverate negli ospedali durante il fine settimana, altre 150 il lunedì e decine il martedì, secondo quanto riferito dalle autorità sanitarie. La maggior parte di loro è stata comunque in grado di tornare a casa nel giro di poche ore.

"Alcuni pensano che si tratti di isteria di massa, ma non è così", ha detto A.S. Ram, direttore medico dell'Eluru Government Hospital, assicurando che la maggior parte dei ricoverati aveva mostrato sintomi reali.

Fin da subito, i test condotti dall'AIIMS di Delhi sui campioni di sangue prelevati ai pazienti hanno rivelato la presenza di nichel e piombo, sospettati di essere stati assorbiti dai degenti nell'atto di bere acqua o latte.

"Questi due metalli sono metalli pesanti e le loro tracce erano superiori al normale nei campioni di sangue che abbiamo inviato ad AIIMS-Delhi. Il piombo è una neurotossina e colpisce il sistema nervoso. Tuttavia, è troppo presto per trarre conclusioni. Abbiamo inviato altri 40 campioni di acqua e latte all'AIIMS come richiesto e una volta che avremo il rapporto, potremmo essere in grado di determinare la causa di questa misteriosa malattia", ha detto il dottor AV Mohan, direttore dell'Eluru Government General Hospital, al New Indian Express.

Nessuna trasmissione da persona a persona

"La maggior parte dei pazienti arriva con lievi ferite alla testa o un occhio nero dopo uno svenimento improvviso. Ma nel giro di una o due ore, la maggior parte di loro migliora", ha detto A.S. Ram, il medico capo dell'Eluru Government Hospital, "tuttavia non siamo in grado di diagnosticare ciò che sta causando questi sintomi".

Secondo le autorità locali, la malattia attualmente sconosciuta non viene trasmessa da persona a persona.

L'agente di polizia Kiran Kumar, che è svenuto lunedì mentre era in servizio, ha detto di aver "paura" di essere rimasto in stato di semi-incoscienza per più di due ore.

"I miei colleghi mi hanno detto che ho gridato qualcosa prima di crollare. Mi sono fatto male alla spalla destra quando sono caduto sulla strada", ha detto.

Lo stato dell'Andhra Pradesh è uno dei più colpiti dal nuovo coronavirus responsabile di Covid-19, con oltre 800.000 casi rilevati. Il sistema sanitario dello stato, come quello del resto dell'India, è stato messo a durissima prova dal virus.