ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Malnutrizione in aumento in Afghanistan

Di euronews
euronews_icons_loading
Afghanistan
Afghanistan   -   Diritti d'autore  Euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Per scongiurare una catastrofe umanitaria in Afghanistan nel prossimo anno sono necessari più di 380 milioni di euro. È l'allarme lanciato dal Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite. L'organizzazione internazionale, quest'anno insignita del Premio Nobel per la Pace, sottolinea l'aumento della malnutrizione, che ormai riguarda quasi 17 milioni di persone, il 42 per cento degli abitanti del paese.

Frances Kennedy, portavoce del PAM: "L'Afghanistan è alle prese con quelle che chiamiamo "tre C": Conflitto, Cambio climatico e COVID-19. Inoltre assistiamo alla recrudescenza dei combattimenti che costringe la gente a cercare rifugio e temiamo che la situazione si aggravi ancora. Ancora si scontano le inondazioni improvvise dell'inizio e le forti nevicate dell'inizio dell'anno, che hanno reso la vita particolarmente disagiata in alcune delle zone più remote. In più il COVID-19 ha di fatto cancellato i mezzi di sussistenza per molte persone che dipendono dal lavoro giornaliero. Infine le rimesse che provenivano dagli afghani all'estero si sono tutte prosciugate".

Secondo i dati diffusi dal PAM quasi tre milioni di bambini e donne incinte e che allattano al seno e un milione e trecentomila bambini sotto i cinque anni hanno serie difficoltà ad accedere al cibo, a causa dei conflitti e dell'insicurezza dopo vent'anni di guerra. A tutto questo si aggiunge la pandemia, che secondo il governo di Kabul registra 47.795 casi, ma che secondo gli esperti è sottostimata, dato che meno dell'1 per cento della popolazione è stata testata.