ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Trump-Biden, ultime bordate in vista del voto

euronews_icons_loading
Trump-Biden, ultime bordate in vista del voto
Diritti d'autore  AFP
Dimensioni di testo Aa Aa

Le ultime energie della campagna elettorale Donald Trump le spende negli stati in cui si prevede un testa a testa col suo sfidante Biden. Comizi in serie in Iowa, Michigan, North Carolina, Georgia e Florida, per solleticare l'orgoglio nazionale e presentarsi come un vero leader populista:

"Cittadini orgogliosi come voi hanno contribuito a costruire questo Paese e insieme ce lo riprenderemo. Stiamo restituendovi il potere, popolo statunitense. Con il vostro aiuto, la vostra devozione e il vostro impegno, continueremo a lavorare, continueremo a lottare. E continueremo a vincere, vincere, vincere".

Joe Biden, che nei sondaggi globali è sempre in testa, ha parlato in Pennysilvania smontando pezzo per pezzo l'immagine di sé che Trump cerca di offrire, e che non corrisponde alla realtà.

"Scegliamo la verità invece delle bugie, quelle bugie plasmabili che lui ripete. È ora di alzarsi. È ora di riprenderci la nostra democrazia. Possiamo farcela. Siamo migliori di tutto questo. Siamo migliori di quello che siamo stati. Possiamo essere al nostro meglio. Questi sono gli Stati Uniti d'America".

Oltre 90 milioni di elettori hanno già espresso la loro preferenza col voto anticipato, e ci si aspetta una affluenza globale da record, sicuramente la più alta da un secolo a questa parte.

Ma nella "più grande democrazia del mondo" non è scontato che l'esito del voto venga accolto anche dagli sconfitti. Paure non solo teoriche, che hanno spinto molti negozi di Manhattan a proteggere le proprie vetrine. In caso di disordini.