EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Addio a Quino, il disegnatore argentino padre di Mafalda

Addio a Quino, il disegnatore argentino padre di Mafalda
Diritti d'autore Beatrice Murch, CC-BY-SA 2.0 via Flickr
Diritti d'autore Beatrice Murch, CC-BY-SA 2.0 via Flickr
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Joaquin Salvador Lavado, noto con lo pseudonimo di Quino, è morto a Mendoza all'età di 88 anni

PUBBLICITÀ

Il disegnatore argentino Joaquín Salvador Lavado Tejón, noto con lo pseudonimo di Quino, è morto all’età di 88 anni.

Era conosciuto per aver creato Mafalda, la bambina protagonista dell'omonima striscia.

"Non mi aspettavo niente - disse Quino qualche anno fa in un'intervista rilasciata ad Euronews - ho iniziato a pubblicare Mafalda senza pensare molto bene a come fosse il personaggio, non ci ho lavorato granché prima di iniziare a pubblicarlo, poi ho pensato a come crearlo dando continuità: mi è sembrato che questa cosa di far domande ai genitori senza ricevere risposte a questioni del tipo 'perché ci sono le guerre, i poveri, perché il pianeta viene distrutto?' - domande cui nessuno sa rispondere - era un buon modo per interessare la gente al personaggio".

Eduardo Di Baia/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
AP PhotoEduardo Di Baia/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.

Nato a Mendoza, in Argentina, nel 1932 da genitori andalusi, decise di intraprendere la carriera di fumettista a 17 anni.

Il suo personaggio più famoso, Mafalda, iniziò ad essere pubblicato sulla rivista argentina 'Primera Plana' il 29 settembre 1964.

Per il suo nome, Quino si ispirò a una bambina del romanzo argentino 'Dar la cara', di David Viñas.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

L'italiana Gio trionfa a World Press Cartoon

Quino: Mafalda per sempre

Argentina, la discarica di bare e resti umani non identificati a La Plata