ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Giorgia Meloni eletta presidentessa del gruppo Conservatori e Riformisti Europei

creative commons
creative commons   -   Diritti d'autore  creative commons
Dimensioni di testo Aa Aa

Non era mai accaduto a un'italiana. Giorgia Meloni è la prima donna contemporaneamente leader di un partito, Fratelli d'Italia, e presidente di un gruppo parlamentare europeo, il Partito dei Conservatori e Riformisti europei (ECR). La sua indicazione è stata approvata all’unanimità nella riunione del Consiglio del partito lunedì. Solo Monica Frassoni per un certo periodo era stata alla guida dei Verdi.

Il profilo è apparso perfetto per il partito che cerca di svecchiare la propria immagine. La Meloni è giovane, donna, in crescita personale ed elettorale, leader di partito e aspirante di governo di uno dei paesi più importanti dell’Unione europea. Un colpo anche mediatico per zittire le accuse di maschilismo spesso date allo ECR.

La Meloni, eletta all'unanimità, ha iniziato la sua carriera politica molto giovane, ad appena a 15 anni. È entrata in Parlamento con Alleanza Nazionale nel 2006 prima di transitare con tutto il partito nel Pdl e fondare poi FdI nel 2012, la consacrazione europea sembra un ulteriore passo verso l'affermazione in patria. I voti decisivi sono arrivati dai polacchi di Diritto e Giustizia e dagli spagnoli di Vox. La cosa ha anche chiarito una volta per tutte che la Lega, che per ora fa parte del gruppo Identità e Democrazia, difficilmente potrà entrare adesso di un gruppo dove la Meloni, alleata in Italia, ha ormai ottenuto quest'importanza in Europa. Salvini, che alcuni volevano alla ricerca di una nuova collocazione europea, ha anche affermato di non essere intenzionato a chiedere di entrare nei Popolari Europei, anche se lo spazio di un'ala europeista sta prendendo piede sia nel movimento a Bruxelles che in via Bellerio a Milano. La consapevolezza di non poter continuare a scontrarsi con l'Europa se si aspira a guidare il paese e i risultati delle ultime consultazioni elettorali potrebbero provocare sommovimenti nel partito.

Oltre all'elezione di Giorgia Meloni, è stata rieletta segretario generale Anna Fotyga, europarlamentare polacca e, tesoriere, l'eurodeputato spagnolo Jorge Buxadé.