ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Caso-Navalny: Berlino autorizza Mosca a seguire le indagini

euronews_icons_loading
Sergey Lavrov, ministro degli Esteri russo.
Sergey Lavrov, ministro degli Esteri russo.   -   Diritti d'autore  AP/Russian Foreign Ministry Press Service
Dimensioni di testo Aa Aa

E ora è la Russia ad indagare in Germania.

Mosca seguirà le indagini sul caso di Alexei Navalny, ancora ricoverato all'ospedale Charitè di Berlino.

Markus Schreiber/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
L'ospedale Charitè di Berlino, dove è ricoverato Alexei Navalny.Markus Schreiber/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved

Mosca può seguire le indagini
La Procura generale della capitale tedesca ha ricevuto, infatti, l'incarico di soddisfare la richiesta russa da parte del Dipartimento di Giustizia del Senato di Berlino.

La Russia vuole avere informazioni sullo stato di salute di Navalny, che si presume sia stato avvelenato con il Novichok il 20 agosto scorso all'aeroporto di Tosmk e di poter essere presenti nelle fasi delle indagini in Germania.

Le autorità russe dubitano, peraltro, dei risultati delle analisi svolte dal laboratorio militare, sotto la supervisione del ministero della Difesa tedesco.

Il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, incontrando l'omologo cinese Wang Yi a Mosca, avanza ombre e dubbi.

"Siamo tenuti a indagare. E ora si scopre che tutti coloro che hanno accompagnato Navalny in Germania, ormai si sono sistemati stabilmente là... Questo porta a strani pensieri.
Pertanto è nell'interesse dei nostri colleghi tedeschi difendere la loro reputazione, fornire tutte le informazioni necessarie che in qualunque modo possano far luce sulle loro accuse, al momento infondate".
Sergey Lavrov
Ministro degli Esteri russo
AP/Russian Foreign Ministry Press Service
Sergey Lavrov con Wang Yi, ministro degli esteri cinese.AP/Russian Foreign Ministry Press Service

Polizia russa in Germania

Agenti della polizia russa e funzionari del ministero dei trasporti - poichè Navalny si è sentito male in aereo, mentre tornava dalla Siberia, in vista delle elezioni locali del 13 settembre - saranno cosi autorizzati ad entrare in Germania e interrogare, quando e se possibile, l'attivista russo.

Dmitri Lovetsky/Copyright 2019 The Associated Press. All rights reserved
Alexei Navalny durante un comizio a Mosca il 29 settembre 2019.Dmitri Lovetsky/Copyright 2019 The Associated Press. All rights reserved

Le reazioni di Washington

"Il comportamento della Russia è incredibile! Dovrebbero preoccuparsi delle conseguenze che avranno per l'avvelenamento di un loro cittadino sul territorio russo", ha tuonato Stephen Biegun, vice del Segretario di Stato americano Mike Pompeo, che nei giorni scorsi aveva accusato apertamente il Cremlino, dichiarando che Navalny era stato avvelenato da alti funzionari di Mosca.

Mindaugas Kulbis/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
Stephen Biegun, numero 2 di Mike Pompeo.Mindaugas Kulbis/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.