This content is not available in your region

Le tensioni fra Grecia e Turchia sotto la lente del MED7 in Corsica

Access to the comments Commenti
Di Giulia Avataneo
euronews_icons_loading
Le tensioni fra Grecia e Turchia sotto la lente del MED7 in Corsica
Diritti d'autore  Euronews

Da tempo le acque del Mediterraneo orientale non erano agitate come negli ultimi mesi. Le relazioni fra Grecia e Turchia, già compromesse dalla crisi migratoria, sono ai minimi storici e questa crisi sarà al centro anche del MED7, il summit dei Paesi del Mediterraneo, oggi in Corsica.

Anche noto come Club Med, il gruppo riunisce i governi di Francia, Italia, Grecia, Spagna, Portogallo, Malta e Cipro. 

Confine conteso

Il 10 agosto Ankara ha inviato una nave di ricerca nel Mediterraneo orientale, per esplorare un'area in parte reclamata da Atene fra le sue acque territoriali. Ora entrambi i Paesi rivendicano i diritti di esplorazione e di sfruttamento dei giacimenti petroliferi e di gas naturale.

Euronews
Il confine conteso fra Grecia e Turchia nel Mediterraneo orientaleEuronews

Secondo l'analista politico Hamdi Firat Büyük, si assiste a questa crisi da oltre un decennio. "Ora entrambi i paesi difendono la loro posizione dice lo studioso - L'accordo turco con la Libia sui reciproci confini nel Mediterraneo orientale ha fatto riesplodere le tensioni. La Grecia a sua volta ha stretto un'intesa con l'Egitto. Quindi si può vedere come entrambi i paesi spingano per ottenere il più possibile ".

L'arma di Bruxelles

Il Consiglio degli Affari esteri dell'Unione si è accordato per una risposta comune e sul tavolo c'è anche l'opzione delle sanzioni. Ma secondo il docente di relazioni internazionali Panagiotis Tsakonas, che insegna all'università di Atene, le sanzioni da sole servono a poco.

"La minaccia di sanzioni europee alla Turchia sarà senz'altro un forte deterrente - spiega - Tuttavia, credo che siano solo una parte di una strategia più globale che l'Unione europea deve adottare nei confronti della Turchia. Questa strategia dovrebbe essere una sorta di politica del bastone e della carota. Una combinazione tra l'approccio dialogante tedesco e quello francese di mettere un freno a quella che Parigi ritiene un'aggressione turca ".

Venti di guerra

Le navi da guerra greche e turche schierate in mare non sono l'unico motivo di attrito fra i due Paesi. Al MED7 si parlerà anche di immigrazione, crisi libica e rapporti con i Paesi a sud del Mediterraneo. Il primo Paese a guardare con apprensione a sud è proprio la Germania, che nei confronti della Turchia ha spesso assunto un ruolo di mediatrice rispetto alla linea della fermezza scelta da Parigi.