ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Le tensioni fra Grecia e Turchia sotto la lente del MED7 in Corsica

euronews_icons_loading
Le tensioni fra Grecia e Turchia sotto la lente del MED7 in Corsica
Diritti d'autore  Euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Da tempo le acque del Mediterraneo orientale non erano agitate come negli ultimi mesi. Le relazioni fra Grecia e Turchia, già compromesse dalla crisi migratoria, sono ai minimi storici e questa crisi sarà al centro anche del MED7, il summit dei Paesi del Mediterraneo, oggi in Corsica.

Anche noto come Club Med, il gruppo riunisce i governi di Francia, Italia, Grecia, Spagna, Portogallo, Malta e Cipro.

Confine conteso

Il 10 agosto Ankara ha inviato una nave di ricerca nel Mediterraneo orientale, per esplorare un'area in parte reclamata da Atene fra le sue acque territoriali. Ora entrambi i Paesi rivendicano i diritti di esplorazione e di sfruttamento dei giacimenti petroliferi e di gas naturale.

Euronews
Il confine conteso fra Grecia e Turchia nel Mediterraneo orientaleEuronews

Secondo l'analista politico Hamdi Firat Büyük, si assiste a questa crisi da oltre un decennio. "Ora entrambi i paesi difendono la loro posizione dice lo studioso - L'accordo turco con la Libia sui reciproci confini nel Mediterraneo orientale ha fatto riesplodere le tensioni. La Grecia a sua volta ha stretto un'intesa con l'Egitto. Quindi si può vedere come entrambi i paesi spingano per ottenere il più possibile ".

L'arma di Bruxelles

Il Consiglio degli Affari esteri dell'Unione si è accordato per una risposta comune e sul tavolo c'è anche l'opzione delle sanzioni. Ma secondo il docente di relazioni internazionali Panagiotis Tsakonas, che insegna all'università di Atene, le sanzioni da sole servono a poco.

"La minaccia di sanzioni europee alla Turchia sarà senz'altro un forte deterrente - spiega - Tuttavia, credo che siano solo una parte di una strategia più globale che l'Unione europea deve adottare nei confronti della Turchia. Questa strategia dovrebbe essere una sorta di politica del bastone e della carota. Una combinazione tra l'approccio dialogante tedesco e quello francese di mettere un freno a quella che Parigi ritiene un'aggressione turca ".

Venti di guerra

Le navi da guerra greche e turche schierate in mare non sono l'unico motivo di attrito fra i due Paesi. Al MED7 si parlerà anche di immigrazione, crisi libica e rapporti con i Paesi a sud del Mediterraneo. Il primo Paese a guardare con apprensione a sud è proprio la Germania, che nei confronti della Turchia ha spesso assunto un ruolo di mediatrice rispetto alla linea della fermezza scelta da Parigi.