ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Francia: un collettivo sfida l'obbligo delle mascherine in città (e sta vincendo in tribunale)

Access to the comments Commenti
Di euronews
Parigi fra le città in cui è stato generalizzato l'obbligo di portare la maschera
Parigi fra le città in cui è stato generalizzato l'obbligo di portare la maschera   -   Diritti d'autore  Francois Mori/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Vittime del Covid-19 in prima linea contro le maschere. In Francia, un'associazione che si oppone all'obbligo di indossarle in tutta la città, imposto da diversi comuni, sta facendo emuli e vincendo la sua battaglia nei tribunali. Su Twitter, l'associazione si dice "né a favore né contro le maschere", ma a sostegno di "coerenza e proporzionalità delle misure a seconda delle situazioni". Netto è però il suo appello a sospendere l'obbligo di indossarle negli spazi aperti.

Strasburgo come Rouen: la giustizia dà ragione ai contestatori

Nel Basso Reno, la giustizia ha ordinato alla Prefettura di riscrivere l'ordinanza con cui imponeva di indossare la maschera in tutta Strasburgo e in altre 12 città del dipartimento. Duplice l'ingiunzione: stralciare la norma per i territori che non presentino un'elevata densità di popolazione e limitare l'obbligo a fasce orarie che presentino il rischio concreto di aggregazioni. All'origine dell'iniziativa il ricorso di due medici, a cui il giudice ha dato ragione, stabilendo che l'ordinanza "attentava direttamente alla libertà di circolazione delle persone che hanno necessità di spostarsi sul territorio". Termine ultimo per rivedere il testo è il prossimo lunedì. Se la Prefettura del Basso Reno non rispetterà i tempi, la sua ordinanza decadrà automaticamente.

AP Photo
Un cartello contro l'obbligo di indossare le maschere in città, durante una manifestazione a ParigiAP Photo

Un episodio simile è accaduto a Rouen, nel nord del Paese. Anche qui, alla Prefettura è stato ordinato di fare marcia indietro sull'obbligo generalizzato di portare la maschera in città. La giustizia ha imposto di restringerlo a una fascia oraria compresa tra le 7 e le 2 del mattino e lo ha fatto decadere per alcuni spazi naturali e la pratica di determinate attività sportive.

Parigi, Lione, Nizza: pioggia di ricorsi in altre 15 città

Due casi, quelli di Strasburgo e Rouen, che l'associazione "Vittime del Covid-19 Francia" spera facciano giurisprudenza. L'avvocato Fabrice di Vizio che la accompagna promette ricorsi in almeno altre 15 città. Tra queste, soltanto nelle ultime 24 ore, le procedure sono già state avviate a Parigi, Nizza e Lione. Qui, se non rivista per tempo, l'ordinanza decadrà il prossimo martedì.

Su Twitter l'annuncio dell'avvocato Fabrice di Vizio, sul ricorso presentato a Lione

Di Vizio difende anche "C19", un'associazione di lavoratori del campo medico e infermieristico, balzata alla ribalta a marzo, per aver trascinato in tribunale il primo ministro Edouard Philippe e la Ministra della salute Agnès Buzyn, per la gestione governativa della crisi sanitaria.