ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Covid-19, la Francia aggiunge altri 7 dipartimenti alla lista delle zone rosse

Il primo ministro francese Jean Castex durante una conferenza stampa il 3 settembre scorso a Parigi
Il primo ministro francese Jean Castex durante una conferenza stampa il 3 settembre scorso a Parigi   -   Diritti d'autore  Ludovic Marin/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

La Francia ha aggiunto altri dipartimenti alla lista di zone rosse Covid-19. Siamo in un momento particolarmente delicato e il numero giornaliero del numero di positivi continua ad aumentare.

In un decreto pubblicato domenica, che entra in vigore immediatamente, sette nuove aree sono classificate come "zone in cui il virus circola attivamente".

Si tratta dei dipartimenti Nord, Basso Reno, Senna Marittima e Côte-d'Or, che comprendono grandi città come Lille, Rouen, Le Havre, Strasburgo e Digione, più due dipartimenti della Corsica (Corsica- Sud e Haute-Corse) e l'isola della Reunion, nell'Oceano Indiano.

Attualmente sono 28 i dipartimenti, di cui quattro situati all'estero, inclusi in quest'elenco.

Parigi e Bouches-du-Rhône, nel sud della Francia, sono stati i primi ad essere classificati come "zone rosse" il 14 agosto scorso. Il primo ministro Jean Castex ha quindi aggiunto 19 dipartimenti alla lista il 27 agosto.

Perché un dipartimento sia dichiarato "zona rossa", il tasso di diffusione del Covid-19 deve superare i 50 nuovi casi di virus ogni 100mila abitanti in una settimana. Ci si basa sui risultati dei tamponi RT-PCR, che rilevano la presenza del nuovo coronavirus (SARS-CoV-2).

Quando un'area viene aggiunta alla lista delle "zone rosse" della Francia, la prefettura del dipartimento riceve "poteri rafforzati" per attuare misure di lotta contro COVID-19 sulla base di "dati epidemiologici locali".

Sabato scorso, la Francia ha superato le 8mila nuove infezioni da coronavirus per il secondo giorno consecutivo, con 8.550 nuovi casi segnalati dalle autorità sanitarie.

Venerdì scorso è stato il giorno più complicato quanto a numero di casi giornalieri, con un totale di 8.975. Il numero totale di casi di Covid-19 è ora pari a 317.706, secondo stime del ministero della salute. Altre 12 persone sono morte venerdì scorso: ora il totale dei decessi in Francia è di 30.698.

Tra restrizioni e timori prosegue in Francia anche l'attività scolastica e il governo ha voluto pensare alle categorie di studenti più colpite dagli effetti della pandemia. Il segretario di stato alla disabilità Sophie Cluzel ha annunciato che tutti gli insegnanti della scuola materna e quelli che hanno in classe alunni ipoudenti saranno dotati di mascherine "inclusive", ovvero trasparenti, per permettere ai ragazzi di leggere le labbra. "Entro la fine del mese saranno prodotte più di 100.000 maschere. Trasparenti, riutilizzabili, lavabili 25 volte a 60 gradi", ha spiegato Cluzel