ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Scuola: come aiutare i vostri figli a superare l'ansia per il ritorno sui banchi?

Access to the comments Commenti
Di Emma Beswick
Un bambino indossa la mascherina mentre entra in una scuola di Gelsenkirchen, in Germania
Un bambino indossa la mascherina mentre entra in una scuola di Gelsenkirchen, in Germania   -   Diritti d'autore  Martin Meissner/AP
Dimensioni di testo Aa Aa

I bambini di diversi paesi europei questa settimana torneranno in classe dopo la pausa estiva e i mesi di lezioni da casa a causa del confinamento.

Euronews ha parlato con Noel McDermott, uno psicoterapeuta britannico, per capire come aiutare i bambini a superare nel migliore dei modi l'impatto con il ritorno sui banchi.

Perché la scuola è importante per i bambini?

"È vitale far tornare i bambini a scuola - dice McDermott - non ripeterò mai abbastanza quanto sarebbe dannoso se li tenessimo fuori".

Gli studenti hanno trascorso finora un periodo di tempo relativamente breve al di fuori delle classi, un lasso di tempi che difficilmente porterà a significativi problemi di sviluppo psicologico. Ma per McDermott stiamo raggiungendo un punto di svolta e la situazione potrebbe cambiare se questo periodo dovesse essere prolungato.

Un'opinione è condivisa dalle autorità sanitarie del Regno Unito che, in una recente dichiarazione, hanno sostenuto che i bambini devono tornare a scuola dopo le vacanze estive, affermando che la mancanza di istruzione rappresenta un rischio molto maggiore per gli studenti rispetto al virus.

"Pochissimi bambini o adolescenti saranno danneggiati a lungo termine dal COVID-19 solo per aver frequentato la scuola", si legge in un comunicato pubblicata il 22 agosto.

Le ipotetiche conseguenze sulla salute dei bambini, continua il comunicato, devono "essere messe a confronto con la certezza di un danno a lungo termine per molti bambini e giovani che non frequentano la scuola".

Qualcosa che va al di là della semplice istruzione. McDermott ha spiegato che i bambini hanno bisogno delle complesse strutture sociali fornite dalla scuola, con istituzioni educative che "colmano il divario tra la casa e il resto del mondo".

Senza questo, sottolinea lo psicoterapeuta, i bambini sono più a rischio di problemi riguardanti lo sviluppo della loro personalità.

Quali sono i segni dell'ansia in un bambino?

Secondo McDermott i segni che indicano uno stato di ansia per il ritorno a scuola nei bambini sono abbastanza facili da individuare.

Anche se, naturalmente, dipenderanno dall'età, spesso si manifesteranno come quelli che agli adulti potrebbero sembrare cattivi comportamenti.

Semplici capricci o il ritorno di comportamenti scomparsi, come il succhiarsi il pollice, soprattutto nei bambini più piccoli, sono tutti segnali da tenere d'occhio.

Come si può rimediare alle preoccupazioni dei bambini?

Piuttosto che un normale ritorno a scuola dopo l'estate, per gli studenti questo sarà come il primo giorno di scuola. "Attingete alla vostra esperienza di questo periodo - è il consiglio di McDermott - e pensate a come hanno reagito in questa situazione".

Le azioni concrete che i familiari possono intraprendere includono dare ai bambini più tempo per fare le cose, essere comprensivi se si sentono ansiosi e soprattutto stare con loro più tempo possibile: "Per i bambini non c'è niente di meglio che passare del tempo con i loro genitori", sottolinea McDermott.

Gli atteggiamenti dei genitori incidono notevolmente sull'umore dei bambini, motivo per cui lo psicoterapeuta consiglia di provare "a tenere sotto controllo le proprie ansie e paure in modo da non trasmetterle al vostro bambino".

Tuttavia, raccomanda di chiarire le misure che possono adottare per proteggere se stessi e gli altri quando torneranno a scuola, tra cui lavarsi regolarmente le mani e coprirsa la bocca in caso di tosse e starnuti.