ULTIM'ORA
This content is not available in your region

"Navalny avvelenato", per i medici tedeschi, "chiacchiere" ribatte Mosca. Parigi si indigna.

euronews_icons_loading
"Navalny avvelenato", per i medici tedeschi, "chiacchiere" ribatte Mosca. Parigi si indigna.
Diritti d'autore  Markus Schreiber/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

Se Alexeï Navalny è stato davvero avvelenato con una sostanza del gruppo degli anticolinesterasici ci sono poche probabilità che possa riprendersi del tutto, un avvelenamento irrevocabile. Lo sostiene in un'intervista alla testata russa Current Time, Vil Mirzayanov, padre del programma di ricerca sovietico del Novichok scappato in America.

Parigi attacca Putin

La Francia definisce "atto criminale" l'avvelenamento dell'oppositore russo Navalny la cui rocambolesca degenza in coma, da Omsk a Berlino, risale ad un tè servito in Siberia. Il Quai d'Orsay reclama una inchiesta immediata e trasparente, di parere analogo sembra essere anche la cancelleria dello stato federale tedesco. Questo mentre il Cremlino bolla invece come "affrettate" le conclusioni dei sanitari della Charité di Berlino.

Dmitri Peskov

"Non possiamo prendere sul serio queste accuse. Sono accuse che non possono essere vere in alcun modo e sono piuttosto, un pettegolezzo vuoto, che non intendiamo prenderle sul serio". Ha dichiarato il portavoce di Putin, Dmitri Peskov suscitando un'ondata di indignazione in occidente e fra i detrattori di Putin.

La portavoce di Navlany

"Il fatto che sul crimine non sarebbe stata aperta una vera indagine e che il colpevole non sarebbe stato trovato era evidente. D'altronde sappiamo tutti chi è. Ma da come ne parla Peskov mi fa indiavolare". Lo ha detto Kira Yarmysh, portavoce di Navalny, su Twitter.

Reagisce anche l'ambasciata USA a Mosca

L'ambasciata americana a Mosca chiede alle autorità russe "un'inchiesta immediata" sul presunto avvelenamento dell'oppositore russo Alexei Navalny. L'ipotesi dell'avvelenamento avanzata dai medici tedeschi "rende necessaria un'inchiesta immediata, completa e trasparente da parte delle autorità russe", ha dichiarato l'ambasciatore americano in Russia, John Sullivan, citato su Twitter dalla portavoce Rebecca Ross.