EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Covid-19: mascherine al lavoro in Francia, "in dieci" nei Paesi Baschi, riaprono le scuole in Belgio

Tutti (o quasi) con la mascherina anche davanti all'Arc de Triomphe, a Parigi. 17.8.2020
Tutti (o quasi) con la mascherina anche davanti all'Arc de Triomphe, a Parigi. 17.8.2020 Diritti d'autore Kamil Zihnioglu/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
Diritti d'autore Kamil Zihnioglu/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
Di Cristiano TassinariAgenzie internazionali
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Ultimissime dall'Europa nell'estate del Coronavirus: mascherine obbligatorie in Francia nei posti di lavoro, incontri con al massimo dieci persone nei Paesi Baschi e scuole aperte dal 1° settembre in Belgio, dove i casi di positività sono in calo.

Francia: mascherine sempre e comunque

PUBBLICITÀ

Oltre a indossarla in spiaggia, dal 1° settembre in Francia la mascherina sarà obbligatoria in tutti "i luoghi di lavoro condivisi e chiusi".

Lo ha deciso la ministra del Lavoro Elisabeth Borne.

I contagi da Coronavirus, in Francia, sono in continuo aumento e, nella maggior parte dei casi, sono legati al lavoro, alle riunioni di famiglia e alle feste.

Più di 30.400 persone sono già morte in Francia a causa del Covid-19.

Screenshot AP Photo
Mascherine obbligatorie sulle spiagge francesi.Screenshot AP Photo

Paesi Baschi: dieci posson bastare...

Mentre il virus aumenta in modo preoccupante anche in Spagna, nei Paesi Baschi potranno ora incontrarsi al massimo dieci persone tutte insieme.

Prima di questa restrizione, non c'era alcun numero massimo.

Screenshot AP Photo
C'è ancora posto sotto questo ombrellone in una spiaggia basca...Screenshot AP Photo

Belgio: riaprono le scuole, ma...

Intanto, in Belgio, dal 1° settembre riaprono le scuole.

Gli studenti dal terzo al sesto anno delle scuole secondarie dovranno, però, rimanere a casa dopo la prima settimana di scuola e continuare le lezioni a distanza.

I contagi, soprattutto nelle Fiandre, stanno finalmente calando.
In caso di focolai nelle scuole, tuttavia, le autorità possono decidere chiusure negli istituti, ripristinare la didattica a distanza anche per le elementari e blocchi locali temporanei.

Spiega Lieven Bouve dell'associazione Educazione Cattolica:

"Sono molto soddisfatto. Penso che sia chiaro che l'educazione è una priorità molto importante per la nostra società. Possiamo far tornare gli studenti a scuola in modo più strutturale. Abbiamo trovato un buon equilibrio tra gli argomenti virologici e le considerazioni pedagogiche".

Screenshot AP Photo
"Abbiamo dimostrato quanto è importante l'educazione nella società belga".Screenshot AP Photo

L'OMS dice che...

Tuttavia, la discussa OMS, l'Organizzazione Mondiale della Sanità afferma che il mondo è ben "lontano" dai livelli di immunità di cui abbiamo bisogno per fermare in tempi brevi la diffusione del Coronavirus.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Covid-19, l'OMS avverte: "Nessuno è invincibile"

Covid-19: in che modo si rientra a scuola in alcuni dei Paesi più colpiti dalla pandemia

Nuova Caledonia: rimpatriati i turisti, sette i morti per gli scontri nell'arcipelago