EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Polonia: prima recessione negli ultimi 30 anni, reazioni

AP Photo
AP Photo Diritti d'autore Czarek Sokolowski/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
Diritti d'autore Czarek Sokolowski/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il Fondo monetario internazionale prevede che l'economia polacca si ridurrà del 4,6% quest'anno

PUBBLICITÀ

La pandemia di Covid-19 ha trascinato la Polonia in recessione per la prima volta in quasi 30 anni.

Il Fondo monetario internazionale (FMI) prevede che l'economia polacca si ridurrà del 4,6% quest'anno: note dolenti anche per la disoccupazione - uno dei tassi più accettabili nell'Unione europea prima della crisi - che dovrebbe salire al 9,9%, a fronte di una previsione iniziale pari al 3,8%.

"Prima di tutto si tratta di prezzi - dice una calalinga - al mercato, ad esempio, un kg di mele costa 1,5 euro: quando voglio fare le frittelle di mele per i bambini, devo pagare 2 euro per tre mele".

"Un mese fa mi sono laureato al college - afferma invece un agente immobiliare - circa il 70% dei miei amici ha perso il lavoro perché aveva contratti temporanei e ha dovuto cercarne altri".

"Ho quell'età in cui ora le persone intorno a me sono tutte in pensione, non stanno peggio ma i prezzi sono aumentati drasticamente, se confrontati con quelli dell'anno scorso, quasi del 5% in 12 mesi, così non va bene".

Proprio come nel 2008, epoca in cui la Polonia è stata l'unico Paese dell'Unione a non entrare in recessione durante la crisi finanziaria globale, si prevede ancora una volta che sarà tra le economie europee meno colpite dalla crisi attuale.

Il Primo Ministro, Mateusz Morawiecki, attribuisce alla risposta anti-crisi e allo "scudo finanziario" del suo Governo l'attenuazione delle ricadute economiche dovute alla pandemia.

Gli economisti dicono invece che ciò è principalmente dovuto al fatto che l'economia polacca è meno dipendente dall'intrattenimento, dall'ospitalità e dal turismo rispetto a Paesi più colpiti, come Italia, Grecia e Spagna.

Inoltre, vanta anche un surplus commerciale (le esportazioni superano le importazioni), non è dipendente dall'esportazione di materie prime e da anni riduce il rapporto tra debito estero e Prodotto interno lordo (PIL).

Czarek Sokolowski/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
AP PhotoCzarek Sokolowski/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Polonia: scontro tra autobus e furgone, morti e feriti

La Polonia contro i movimenti LGBT che scendono in piazza

Le crepe del paese spaccato in due: la Polonia di Duda