ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Il Covid-19 non se ne va: in Europa nuovo aumento dei contagi

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Il Covid-19 non se ne va: in Europa nuovo aumento dei contagi
Diritti d'autore  Francois Mori/Copyright 2018 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

Non ancora una seconda ondata, ma certo si registra una ripresa sensibile dei casi di Covid-19 in Europa, dopo l'allentamento delle misure restrittive.

In Francia, negli ultimi 7 giorni, sono state accertate 7 mila nuove infezioni, con il tasso ggiornaliero più alto mercoledì con 1700 casi. Le principali località balneari del paese hanno reso obbligatorio l'uso delle mascherine per le strade e ora le autorità parigine potrebero adottare la stessa misura, in particolare lungo le rive della Senna. Il Comitato tecnico-scientifico individuato dal governo nella gestione dell'emergenza ha invitato a non abbassare la guardia: "La situazione è al momento sotto controllo, ma precaria. In qualsiasi momento potremmo entrare in uno scenario difficile. Il futuro a breve termine della pandemia è principalmente nelle mani della popolazione. È molto probabile che sperimenteremo una seconda ondata epidemica in autunno o inverno".

Anche la Spagna fa un passo indietro nella gestione della pandemia con oltre 1700 nuovi contagi in 24 ore, il numero più alto da quando è stato revocato il lockdown. Un hotel a Maiorca è stato chiuso dopo che dieci dipendenti sono stati trovati positivi a Covid-19. Un altro focolaio è scoppiato a Iscar e Pedrajas, 80 miglia a nord di Madrid. dove agli abitanti è stato imposto un nuovo confinamento per i prossimi 14 giorni,

Nel Regno Unito, anche la Scozia - più virtuosa nella gestione del virus - si è vista costretta a sottoporre a nuove restritioni la città di Aberdeen. Un gruppo di 54 casi ha fatto scattare l'allerta delle autorità sanitarie

Maglie strette anche per la Germania che continua la sua campagna di test contro la diffusione del virus. Tutti i viaggiatori di ritorno da Covid hotspot devono sottoporsi a un test. E ora il governo ha rivisto anche le sue indicazioni di viaggio e sta mettendo in guardia contro gli spostamenti non essenziali nella provincia belga di Anversa, colpita da un nuovo picco pandemico.