ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Sesso con le guardie negli hotel di quarantena, nuovi focolai e nuovo lockdown a Melbourne

A Melbourne coprifuoco per le prossime sei settimane, niente matrimoni e si ritorna alle lezioni online dopo i nuovi focolai
A Melbourne coprifuoco per le prossime sei settimane, niente matrimoni e si ritorna alle lezioni online dopo i nuovi focolai   -   Diritti d'autore  WILLIAM WEST/AFP or licensors
Dimensioni di testo Aa Aa

A Melbourne la seconda ondata di Covid-19 è già arrivata da settimane. Per contenerne la recrudescenza, le autorità stanno inasprendo le misure di prevenzione. Pub, hotel e molti negozi dovranno rimanere chiusi a partire da mercoledì. Alla gente è stato chiesto di tornare a lavorare da casa ed è stato imposto il coprifuoco. Le nuove misure saranno mantenute per sei settimane.

Da questo fine settimana, i residenti di Melbourne potranno fare acquisti solo una volta al giorno e non potranno fare esercizio fisico all'aperto per più di un ora e oltre il raggio di 5km da casa propria. Le frontiere sono state chiuse da tempo.

Lunedì il numero di nuove infezioni è aumentato fino a quota 429. Secondo le autorità sanitarie ci sono attualmente circa 6.500 casi, gli ospedali lavorano a pieno regime. Ogni giorno muoiono da sei a dieci persone a causa del Covid-19, e la situazione è peggiorata nelle ultime due settimane.

Lo stato del Victoria, quello di Melbourne, è il più colpito.

Gli australiani stanno facendo ritorno dalle vacanze invernali e, rientrati, devono trascorrere un periodo di quarantena in hotel designati per 14 giorni.

Alcuni di loro, a quanto pare, hanno avuto rapporti sessuali con il personale di sorveglianza, che ha poi contribuito a diffondere il virus oltre Melbourne e dintorni. Secondo l'emittente pubblica ABC, ci sono 31 casi nel solo Stamford Plaza Hotel.

Mentre gli agenti di polizia sono in servizio negli alberghi dello stato del Nuovo Galles del Sud, nel Victoria il controllo sulla quarantena è stato trasferito a società di sicurezza private.

La BBC riferisce che il personale non è stato sufficientemente informato e sembra mancassero dispositivi di protezione. Il premier dello Stato di Victoria, Daniel Andrews, ha annunciato un'indagine sugli incidenti.