ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Covid-19, preoccupa la situazione in Europa (soprattutto in Spagna)

euronews_icons_loading
AP Photo
AP Photo   -   Diritti d'autore  Felipe Dana/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

È la stagione delle vacanze in tutta Europa, ma la pandemia non consente alcuna tregua, al contrario ri-diffondendosi ad un ritmo preoccupante.

Francia

Qui la media settimanale dei nuovi casi di Covid-19 è salita per la prima volta al di sopra della soglia dei 1.000, a far data dalla prima metà di maggio, quando il blocco è stato allentato.

"Il numero di casi nei giovani, molto giovani o anche sino a 40-45 anni - dice Etienne Champion, Direttore generale dell'Azienda Sanitaria Hauts-de-France - è al di sopra della media: quindi, si nota chiaramente che questa epidemia, che quando colpisce gli anziani può essere pericolosa, si va ora fortemente diffondendo tra i giovani, probabilmente perché questi ultimi sono meno rispettosi delle regole da seguire".

In diverse città transalpine, come Lille, Biarritz ed Orleans, le persone dovranno indossare mascherine in spazi pubblici all'aperto, come parchi e centri cittadini.

Al fine di evitare occasioni di ritrovo balneari, sarà vietato l'accesso a diverse spiagge della costa atlantica di notte.

Spagna

Nella regione di Madrid, è già obbligatorio indossare mascherine: le persone che non l'indossano possono essere multate sino a 100 euro.

Le nuove regole rappresentano un tentativo di frenare la nuova diffusione del virus: la Spagna conta 1.525 persone positive e due morti nelle ultime 24 ore, il totale dei decessi supera abbondantemente le 28mila unità (28.445).

Germania

A seguito del picco di casi, la Germania ha aggiunto tre regioni della Spagna alla sua lista nera contenente destinazioni ad alto rischio.

All'aeroporto di Amburgo è stato installata una sede per test itinerante.

"Eravamo in Catalogna, che ad oggi è considerata una zona a rischio - dice una viaggiatrice tedesca, di rientro dalle ferie - quando abbiamo volato lì, non lo era ancora.

Oggi, siamo tornati ad Amburgo, e abbiamo sentito che è diventata un'area a rischio e che dovremmo essere testati, invece di andare in quarantena".

Anche la Germania ha visto un'impennata nei casi di Covid-19 questa settimana, inducendo l'Istituto nazionale di Sanità pubblica a temere un'inversione di tendenza.

Manu Fernandez/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
AP PhotoManu Fernandez/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.

Italia

In Italia, stato d'attenzione a parte per i numeri dei contagiati in crescita, preoccupa anche la crisi di diversi settori industriali.

Quella della mozzarella di bufala rappresenta un'industria multimilionaria.

L'impareggiabile formaggio di fama mondiale, utilizzato in molti piatti nazionali (dall'insalata caprese all'ineffabile pizza, solo per citarne alcuni) è protetto dal Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana DOP.

Tuttavia, anche il comparto della mozzarella è stato duramente colpito dal blocco successivo alla pandemia.

L'attenuazione della chiusura totale, a far data dallo scorso maggio, ha solo in parte posto rimedio alle perdite: durante i due mesi precedenti, infatti, il latte di bufala e la mozzarella hanno sofferto a causa del blocco commerciale, per questo motivo molti produttori di formaggi si sono ritrovati con produzione e vendite pari a zero.

Chris Warde-Jones/AP
AP PhotoChris Warde-Jones/AP