ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Brexit: Ue-Uk ancora senza un accordo commerciale

euronews_icons_loading
Brexit: Ue-Uk ancora senza un accordo commerciale
Diritti d'autore  AP Photo
Dimensioni di testo Aa Aa

I colloqui per concordare un partenariato commerciale tra l'Unione Europea e il Regno Unito sono in stallo.

Anche se il Regno Unito dovrebbe lasciare il mercato unico europeo e l'unione doganale tra 5 mesi, si è tornati a temporeggiare sugli accordi per la Brexit.

Entrambe le parti si incolpano a vicenda per la mancanza di progressi.

"Gli opportunismi e scelte selettive della parte britannica sono sempre il punto più esasperante di questo negoziato. Penso che Michel Barnier avrebbe preferito iniziare i negoziati quattro anni fa, sapendo chiaramente cosa volevano gli inglesi" ha spiegato Pierre Benazet, corrispondente di Rfi.

Il Regno Unito insiste sul fatto che intende arrivare ad un accordo, ma una decisione potrebbe richiedere più tempo.

"Resta frustrante per l'amministrazione di Boris Johnson che l'Europa si dimostri prepotente imponendo tatticismi e fondamentalmente affermando di essere un'enorme istituzione, stabilendo i termini, e che si puó solo accettare di essere d'accordo con l'Unione. E questo sarà difficile da digerire per il governo britannico", ha detto Joey Jones, ex consigliere di Theresa May .

Senza un accordo con la Brexit si verificherebbe un'interruzione nello scambio commerciale tra il Regno Unito e l'Unione, comprese le tariffe sulle principali esportazioni, come automobili e agricoltura, per non parlare del fallimento politico.

Ma alcuni all'interno del partito conservatore al governo nel Regno Unito preferirebbero non avere un accordo con l'Unione, di conseguenza il Regno Unito sarebbe libero di stabilire le proprie regole sugli standard di produzione, sull'ambiente, lavoro e fiscalità.

"C'è un paradosso, molti parlamentari sembrano essere piuttosto tranquilli rispetto all'idea che i negoziati si interrompano e che il Regno Unito si debba trovare una posizione nell'Organizzazione mondiale per il commercio. Eppure, i posti di lavoro dei loro elettori sarebbero esposti a maggiori rischi e in alcune zone del Paese ci sarebbe un impatto ancora più profondo , è un paradosso che non è stato considerato " ha affermato Joey Jones.

Nel frattempo in Europa, in particolare nella Francia di Michel Barnier, l'uscita del Regno Unito dall'Unione è avvertita profondamente.

"È molto doloroso per i francesi, penso, anche se dicono il contrario, che il Regno Unito si stia allontanando dall'Europa perché i francesi vedono l'Europa come l'unica via da percorrere" ha detto Pierre Benazet.