ULTIM'ORA
This content is not available in your region

4 luglio: stelle e strisce offuscate dalla pandemia e la fidanzata di Trump Jr. è positiva al covid

euronews_icons_loading
4 luglio: stelle e strisce offuscate dalla pandemia e la fidanzata di Trump Jr. è positiva al covid
Diritti d'autore  Robin Rudd/2020 Chattanooga Times Free Press
Dimensioni di testo Aa Aa

In piena pandemia riapre a New York l'area in ricordo dell'11 settembre. Aveva chiuso i battenti in marzo a causa del covid e il suo museo resta rigorosamente chiuso. Alla sobria cerimonia di riapertura hanno partecipato il sindaco di New York Bill de Blasio, il leader della minoranza del Senato Chuck Schumer e l'ex sindaco di New York Mike Bloomberg. Mascherine e distanziamento rigorosamente adottatti quasi da tutti.

Una festa in tono minore

Intanto per la consueta festa dell'indipendenza del 4 luglio il presidente Donald Trump è volato in South Dakota a Mount Rushmore dove i nativi d'America si sono già scontrati con la polizia per manifestare il non gradimento della visita presidenziale (i nativi avrebbero bloccato una della strade principali per l'accesso al monumento con i volti scolpiti dei padri della patria costringendo la polizia e la Guardia Nazionale a intervenire). Questa è fra le poche cerimonie che hanno previsto i fuochi d'artificio vietati in quasi tutto il resto del paese. Ad attendere Trump si è vista una folla di 7.500 persone, alle quali non è stato richiesto di indossare la mascherina.

Il virus sempre in agguato alla Casa Bianca

Peraltro il virus si avvicina di nuovo al presidente: è risultata positiva la fidanzata del figlio maggiore Donald Trump Jr., Kimberly Guilfoyle, ex volto di FoxNews e attuale punta di diamante per la campagna della non facile rielezione. La protagonista del jet set a stelle e strisce si era recata anche lei in pellegrinaggio in Sud Dakota, per i festeggiamenti nazionali, ma è andata subito fuori scena visto l'esito positivo del tampone. Invece il 42enne Trump Jr. è risultato negativo. Non risultano comunque contatti recenti molto ravvicinati fra la coppia e il presidente cosa che potrebbe sempre rincuorare l'inquilino della Casa Bianca.

Il morbo infuria

Intanto la pandemia di coronavirus continua a imperversare negli USA dove si bruciano tutti i record di contagio che viaggiano verso i 60 mila nuovi casi al giorno. La situazione è sempre peggio nella maggioranza degli Stati con nuovi focolai nel sud e nell'ovest e gli ospedali cominciano a non reggere più l'urto dei ricoveri a ripetizione. Al Monte Rushmore Trump ha semplicemente evitato qualunque accenno alla gravità della situazione.