EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Il coronavirus aiuta la Cina nella sua censura per cancellare i fatti di piazza Tiananmen

Il coronavirus aiuta la Cina nella sua censura per cancellare i fatti di piazza Tiananmen
Diritti d'autore Kin Cheung/Copyright 2018 The Associated Press. All rights reserved
Diritti d'autore Kin Cheung/Copyright 2018 The Associated Press. All rights reserved
Di Alberto De Filippis
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Vietato ovunque, persino a Hong Kong, le manifestazioni in ricordo del massacro di piazza Tiananmen

PUBBLICITÀ

Siamo a piazza Tiananmen a Pechino. Qui, 31 anni fa, la Cina ha schiacciato il movimento per la democrazia e ne ha cancellato la memoria da tutti i suoi libri di storia.

Normalmente l'unico posto della Cina continentale per commemorare l'anniversario, era Hong Kong. Ma quest'anno è stata bandita una veglia annuale a lume di candela per piangere le vittime.

Le autorità hanno approfittato del rischio di infezione da COVID-19, ma i critici affermano che le restrizioni al coronavirus sono diventate "uno strumento per la repressione della libertà di parola e di riunione".

Nella vicina Corea del Sud degli attivisti hanno organizzato una protesta fuori dall'ambasciata cinese nella capitale Seoul. A differenza di Hong Kong, dove l'Alleanza a sostegno dei movimenti democratici patriottici della Cina può solo chiedere a Hong Kong di tenere commemorazioni individuali e piccole riunioni.

L'anniversario di quest'anno coincide con il voto atteso dal parlamento di Hong Kong per licenziare una legge che vieti gli insulti all'inno nazionale cinese.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Visita in Cina, il leader siriano Bashar al-Assad rompe l'isolamento

Cina, attentato in una scuola materna: sei morti e un ferito

Olimpiadi Parigi 2024: esercitazioni congiunte tra polizia francese e spagnola