ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Austria: dove visse Hitler una stazione di Polizia

euronews_icons_loading
Austria: dove visse Hitler una stazione di Polizia
Diritti d'autore  Kerstin Joensson/Copyright 2016 The Associated Press. All rights reserved. This material may not be published, broadcast, rewritten or redistribu
Dimensioni di testo Aa Aa

Per una volta si tratta di tradirlo, il genius loci.
Lo spirito del luogo deve essere infatti completamente stravolto nelle intenzioni del governo austriaco, che ha affidato il progetto di restauro della casa dove è nato Adolf Hitler a uno studio di architetti di Feldkirch.
Secondo il ministero degli Interni, l'edificio dovrà essere l'antitesi di ciò che il führer ha rappresentato in vita.
Sarà d'aiuto la destinazione d'uso: una volta terminata, nel 2023, la struttura di Braunau ospiterà una stazione di Polizia.

Il ministro degli Interni austriaco, Karl Nehammer, difende la scelta di destinare l'edificio alle forze dell'ordine: "Per alcune persone - dice - la domanda si pone probabilmente ora: davvero è questo l'uso corretto? Mettere la Polizia nell'edificio? È certamente l'uso più appropriato. Perché la Polizia è custode del diritto e della libertà".

La soluzione prospettata risponde all'esigenza di mettere fine ai pellegrinaggi dei gruppi neonazisti, che negli anni hanno visitato la casa in cui Hitler trascorse le prime settimane di vita nel 1889.
Lo studio di Feldkirch si è aggiudicato il lavoro nell'ambito del concorso a cui hanno partecipato anche professionisti tedeschi.
Il progetto è quello di riportare l'abitazione allo stato originale e di aggiungere due nuovi edifici. La lapide che conserva memoria dei drammi del regime nazista sarà rimossa e collocata altrove.
I costi di realizzazione dell'opera sono stimati in circa 5 milioni di euro.