ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Qualche indiscrezione sulla riapparizione di Kim

euronews_icons_loading
Qualche indiscrezione sulla riapparizione di Kim
Diritti d'autore  AP/KCNA
Dimensioni di testo Aa Aa

A volte ritornano. Anche se il condizionale in queste occasioni è prudente, Kim Jong-un, stando a delle fotografie, scoppia di salute, sorride e non è certo il ritratto del deperimento.

Sono scatti pubblicati dal giornale Rodong Sinmu. Sarebbero stati fatti all'inaugurazione di una fabbrica di fertilizzanti a Suchon, non lontano dalla capitale.

Eppure, stando alle notizie riferite solo qualche giorno fa da un disertore Nordcoreano, il leader assoluto era morto al 99% per un'operazione al cuore finita male.

Ma questa assenza, durata ben venti giorni, sembra invece avere ben poco di misterioso per chi si trova nelle cabine di regia che contano, in Asia come in occidente

Il governo della Corea del Sud (solitamente molto ben informato sulle vicende di Pyongyang) ci è andato da subito cauto, dicendo che il giovane dittatore si trovava al sicuro in un luogo di villeggiatura balneare di Wonsan, per sfuggire all'epidemia di Covid-19.

Mentre il presidente Usa, Donald Trump, aveva fatto capire sin dall``' inizio di sapere cosa ne fosse di stato di Kim, anche se, stando ai media, alcune fonti dei servizi segreti statunitensi lo davano per morto.

In caso di dipartita il regno oltre il trentottesimo parallelo avrebbe avuto per la prima volta, una sovrana donna.

Analisti e media riferiscono infatti che, data la giovane età dei figli dell'attuale leader, la consanguinea papaile sarebbe stata la giovane sorella Kim Yo-jong, notata in crescendo negli ultimi mesi nelle immagini ufficiali.

Presenza scenica che, secondo gli studiosi dell'iconogafia del regime, avrebbe un significato importante nei giochi di potere del Paese asiatico.