ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Spagna, Sanchez chiede un fondo europeo da 1,5 trilioni di euro

euronews_icons_loading
Spagna, Sanchez chiede un fondo europeo da 1,5 trilioni di euro
Diritti d'autore  Emilio Morenatti/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Lieve aumento nel bilancio quotidiano delle vittime da coronavirus in Spagna. Ieri se ne sono contate 435, cinque in più rispetto al giorno precedente, il che porta a oltre 21.700 il numero totale dei decessi. In questo quadro, la Spagna inizierà ad allentare le misure per il controllo della pandemia non prima della seconda metà di maggio e quando avverrà sarà un percorso "lento e graduale".

Sanchez: "Fondo da 1500 miliardi di euro"

Lo ha detto il premier Pedro Sanchez, che è andato davanti al parlamento per chiedere la terza proroga dello stato d'urgenza, e per sostenere la necessità della creazione di un Fondo europeo da 1500 miliardi di euro per finanziare la ripartenza. Un piano che il capo del governo spagnolo preseterà al vertice europeo di giovedi, e sul quale conta di incassare il sostegno di Francia e Italia.

"Finanziamenti a fondo perduto"

"Pensiamo a finanziamenti a fondo perduto, invece dei prestiti da rimborsare, che servirebbero solo ad aumentare l'indebitamento massiccio dei paesi dell'Unione europea. La distribuzione dei fondi tra gli stati membri dovrebbe realizzarsi tenendo conto dell'impatto umano, sociale ed economico della pandemia da covid-19. In altre parole, il grosso delle risorse deve andare ai paesi maggiormente colpiti", ha detto Sanchez.

Chiude l'obitorio di fortuna del Palazzetto

Infine si legge come un auspicio per il futuro la chiusura a Madrid dell'obitorio di fortuna realizzato in una palestra per il pattinaggio. È la seconda struttura del genere che chiude i battenti in pochi giorni nella capitale.