ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Covid-19: attenzione alle violenze domestiche. L'allarme delle Ong

euronews_icons_loading
Covid-19: attenzione alle violenze domestiche. L'allarme delle Ong
Diritti d'autore  photo from video grab
Dimensioni di testo Aa Aa

La cattività imposta dal coronavirus rallenta la corsa dell'epidemia ma non mette il freno agli abusi domestici.

Anzi esaspera situazioni di sofferenza psicologica e fisica in alcuni casi.

Migliaia sono le vittime, soprattutto donne, che in una situazione di isolamento corrono ancora maggiori rischi, come sottolinea anche Suzanne Jacob di SafeLives.

"Gli abusi domestici rientrano nel quadro più ampio di quello che è potere e controllo. Solitamente c'è qualcuno che cerca di limitare chi sei, come sei, cosa puoi fare. E ovviamente questa situazione porta all'esasperazione tutti questi aspetti".

La violenza dentro le mura domestiche non è cessata con il confinamento, e Italia e Spagna hanno registrato nuove vittime. Lorena Quaranta aveva 27 anni e una laurea in Medicina quasi in tasca, quando all'inizio di aprile il fidanzato l'ha uccisa.

In Francia i femminicidi sono aumentati del 30% nei primi giorni di confinamento, con il numero maggiore di casi a Parigi.

Molti governi si sono mobilitati per rispondere a questa crescente minaccia. In alcuni paesi europei, anche qui in Francia ... Le farmacie sono diventate un punto d'incontro. Le vittime possono usare il codice 19 per chiedere aiuto. E per coloro che non possono uscire: un servizio da telefonino consente alle vittime di chiedere aiuto in modo silenzioso.

I numeri verdi sono attivi in tutta Europa, una zattera di salvataggio per le vittime. Si potrebbe fare di pi§ per Caroline de Haas di Nous Toutes: "Apprezzo il fatto che il governo francese stia cercando soluzioni. Ma in realtà, ciò di cui abbiamo bisogno è assumere personale di emergenza che sappia come trattare i casi di violenza domestica - che possa aiutare la polizia. In questi giorni, la polizia forze del'ordine sono in prima linea per intervenire perché a loro ci si rivolge ma non è decisamente il loro ambiente i lavoro".

Paesi come la Danimarca propongono l'uso di camere d'albergo prepagate per i partner più vulnerabili ...