ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Covid-19: da New York l'allarme del sindaco "mancano i ventilatori'

euronews_icons_loading
Covid-19: da New York l'allarme del sindaco "mancano i ventilatori'
Diritti d'autore  Frank Franklin II/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

Scene già viste quelle che ci arrivano da oltre oceano, ora che gli Stati Uniti sono diventati il nuovo epicentro dell'epidemia. E New York ne è il cuore con 64.500 cittadini positivi e oltre 4100 morti nello Stato di New York.

Il sindaco Bill de Blasio lancia nuovamente l'appello per altri ventilatori , ne servono almeno 1000- 1500 e la città ne ha in dote appena un centinaio, 135 per l'esattezza.

Lo stesso sindaco però viene inchiodato alle sue negligenze dalle foto che lo ritraggo a spasso a Prospect Park a Brooklyn senza mascherina in compagnia della moglie.

Per avere quei ventilatori con un ordine esecutivo, Trump ha commissariato la produzione del colosso dell'automotive GM cui venerdì ha chiesto di velocizzare la catena di produzione.

"Mi piacerebbe trascorrere due anni in un laboratorio per fare esperimenti, ma non abbiamo tempo, c'è gente che sta morendo in questo istante".

E intanto è polemica sulle parole di Trump riguardo l'uso della idrossiclorochina come trattamento preventivo, il virologo, Anthonz Fauci, uno dei massimi scienziati americani, sull'argomento frena.

Anche oltreatlantico si ultimano gli ospedali da campo, per far fronte all'emergenza il cui picco arriverà nei prossimi giorni.

Sono più di mille e duecento le persone che hanno perso la vita nelle ultime 24 ore negli Stati Uniti a causa del Covid-19, satnd ai dati della Johns Hopkins University, aggiornando a 9.643 il numero dei morti. Sono invece 337.620 le persone contagiate negli Stati Uniti. Negli Stati Uniti sono stati effettuati 1,6 milioni di test, stando ai dati della Casa Bianca.

«Vediamo la luce in fondo al tunnel», ha aggiunto Trump, nonostante i numeri terrificanti delle ultime ore. «Se tutto va bene - ha aggiunto il presidente Usa - in un futuro non troppo distante saremo orgogliosi del lavoro che noi tutti abbiamo fatto».