ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Coronavirus, Germania: Manovra immediata da 156 miliardi di euro

euronews_icons_loading
Coronavirus, Germania: Manovra immediata da 156 miliardi di euro
Diritti d'autore  AP Photo/Jean-Francois Badias
Dimensioni di testo Aa Aa

In Germania le piccole imprese e i lavoratori autonomi riceveranno dallo Stato aiuti fino a 15.000 euro ciascuno nei prossimi tre mesi, per affrontare l'impatto economico dovuto alla pandemia di Covid-19. Il nuovo pacchetto di misure senza precedenti, si aggiunge a quelle già annunciate nei giorni scorsi.

Quello che stiamo mettendo in moto è un piano commisurato alla portata della sfida che ci aspetta. Questa settimana presenteremo al Bundestag un bilancio suppletivo. Sono previsti 156 miliardi di nuovo indebitamento sul bilancio del 2020
Olaf Scholz
Ministro delle Finanze tedesco

Le corsie verdi per il trasporto merci

La Commissione europea, nel frattempo, ha adottato delle linee guida sulle cosiddette corsie verdi ai valichi di frontiera, quelle corsie riservate per garantire che il sistema di trasporti continui a funzionare. "Il primo obiettivo è che l'attraversamento del confine attraverso una corsia verde deve durare al massimo 15 minuti", la Presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen. "Questo fine settimana ai confini c'erano oltre 40 chilometri di code, che si traducono in 18 ore di attesa. Tutto questo deve finire. In secondo luogo, le corsie preferenziali dovranno essere aperte ai veicoli che trasportano qualsiasi tipo di beni. Le nostre catene di approvvigionamento in Europa sono strettamente integrate. Dobbiamo garantire la libera circolazione di tutte le merci".

Una recessione anche peggio di quella della crisi finanziaria globale

Il Fondo Monetario Internazionale ha fatto sapere, infine, che le prospettive di crescita globale per l'anno in corso saranno negative. Potrebbe verificarsi quindi una recessione, pari a quella della crisi del 2008, se non peggio. Cisi aspetta però una ripresa già nel 2021, come afferma la direttrice generale, Kristalina Georgieva, per la quale il FMI "sostiene fortemente le misure straordinarie di bilancio e quelle delle banche centrali, ma sarà necessario anche di più, soprattutto sul fronte di bilancio".