ULTIM'ORA
This content is not available in your region

César: Polanski contestato fuori e dentro la sala

euronews_icons_loading
César: Polanski contestato fuori e dentro la sala
Diritti d'autore  AP
Dimensioni di testo Aa Aa

Sul tappeto rosso della 45esima edizione dei César a Parigi, quest'anno non ha sfilato Roman Polanski, che ha deciso di disertare la cerimonia per evitare ogni polemica. Un gruppo di femministe aveva infatti annunciato una manifestazione, contro le 12 nomination per il film "J'accuse" del regista franco-polacco, accusato da diverse donne di violenze sessuali.

E le proteste sono state anche più accese di quanto ci si aspettasse, degenerando in scontri con la polizia, che ha sparato gas lacrimogeni per evitare che i manifestanti si avvicinassero troppo alla Salle Pleyel. Erano diverse centinaia le persone ad alzare la propria voce, gridando slogan contro Polanski, che comunque il riconoscimento come miglior regista se l'è portato a casa.

Non senza ulteriori polemiche, perché all'annuncio del premio l'attrice Adèle Haenel ha lasciato la sala urlando "vergogna", seguita dalla regista Céline Sciamma e da altre donne presenti in sala.