EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Irlanda al voto con lo stato sociale in crisi

euronews
euronews Diritti d'autore euronews
Diritti d'autore euronews
Di euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

È il paese che cresce di più nell'Ue eppure i tagli alla spesa sociale peseranno sul voto di domenica

PUBBLICITÀ

L'Irlanda è in forte espansione. L'occupazione è a livelli record e il Paese ha il più alto tasso di crescita nell'UE. Forse proprio per questo la campagna elettorale è stata dominata dal tema dei senzatetto.

Secondo alcune stime sono almeno diecimila le persone come Patrick, che vive in una tenda da quattro mesi ed è molto critico col governo in carica: "Penso che se il primo ministro Leo Varadkar o qualcuno del suo governo vivessero per una settimana come un senzatetto, se sapessero davvero in prima persona come si vive negli ostelli, allora forse avrebbero un punto di vista diverso, e potrebbero aiutare a trovare soluzioni più di quanto non facciano adesso, cioé assolutamente niente".

La crisi dello stato sociale irlandese la si scorge anche se si guarda al servizio sanitario nazionale, e alle liste d'attesa per accedervi in continua crescita. Questa donna soffre di una grave malattia polmonare e pochi giorni fa è stata costretta ad una attesa di 48 su una barella prima di venire curata dall'ospedale: "È vergognoso. Non ci sono risorse oltre a quelle del pronto soccorso. Ho una capacità rspiratoria di meno della metà del normale ma qui non ho nessun supporto fisioterapico, devo aspettare cinque mesi prima di poter avviare una terapia. Non c'è un supporto dietetico o infermieristico, l'unico interlocutore è il medico di famiglia. Si può solo sperare di non dover finire in posti del genere".

Con un corpo sociale in affanno, non sono pochi gli analisti che si attendono conseguenze sul voto di domenica, in termini di una penalizzazione del partito al potere, il moderato Fine Gael. "I ceti meno ricchi si sono visti danneggiati dalle sue politiche, che si vogliono ispirate alla difesa degli interessi dei detentori di redditi medioalti", spiega Fiach Kelly, dell'Irish Times.

"Gli irlandesi vanno al voto questo fine settimana per le seconde elezioni politiche in quattro anni. Se nessun partito avrà la maggioranza il prossimo esecutivo non potrà che essere un governo di minoranza o frutto della grande coalizione tra più forze. I risultati di questa consutazione saranno resi noti già domenica sera. Ken Murray. Euronews, Dublino.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Perché le elezioni irlandesi sono importanti per l'Ue

Medio Oriente, Simon Harris: "La soluzione dei due Stati è l'unica via per la pace"

Turbolenza su un volo dal Qatar diretto in Irlanda: almeno 12 feriti