EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Come evolve la crisi del vulcano nelle Filippine

Come evolve la crisi del vulcano nelle Filippine
Diritti d'autore euronews
Diritti d'autore euronews
Di euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Come evolve la crisi del vulcano nelle Filippine

PUBBLICITÀ

Nubi dense di cenere e lapilli, oscurano il cielo, vicino a Manila, nelle Filippine. Potrebbero annunciare una nuova eruzione del vulcano Taal. Ma le autorità hanno concesso una manciata di ore agli evacuati delle zone circostanti per tornare nelel abitazioni e recuperare i loro averi. Segno che la catastrofe non è imminente.

"Prego affinché il vulcano si calmi. Così torniamo a vivere nelle nostre case. È dura vivere in quelle degli altri" dice una residente di un villaggio nelle vicinanze del vulcano.  

Sono minacciati anche numerosi allevamenti di animali della regione.  "Dobbiamo evacuare i maiali, qui sono a rischio" dice preoccupato un piccolo allevatore locale. 

Le autorità hanno evacuato 121 mila persone dalla provincia di Batangas a 65 chilometri dalla capitale filippina. 

Ma c'è anche una maniera costruttiva di affrontare l'emergenza eruzioni. Tonnellate di rifiuti di plastica sparsi nell'ambiente vengono riciclate e mischiate con le ceneri liberate dai crateri, per farne mattoni da costruzione. Da una crisi naturale la soluzione per affrontare due crisi antropiche, quella ambientale, dei rifiuti della plastica, e quella degli alloggi. Un'idea a dir poco vulcanica.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Filippine: massima allerta per il vulcano Taal. Evacuate 450mila persone

Filippine, le foto dell'eruzione del piccolo vulcano Taal

Filippine: il baratto della plastica col riso