ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Filippine, le foto dell'eruzione del piccolo vulcano Taal

Filippine, le foto dell'eruzione del piccolo vulcano Taal
Diritti d'autore
AP Photo/Bullit Marquez - Basilio Sepe
Dimensioni di testo Aa Aa

Il vulcano Taal, un piccolo cratere a sud della capitale delle Filippine, Manila, di solito attira i turisti per la sua ubicazione particolare, nel bel mezzo di un lago. Domenica però ha deciso di risvegliarsi, costringendo le autorità ad evacuare decine di migliaia di persone nel raggio di 17 chilometri.

Nubi di cenere hanno raggiunto Manila e hanno portato alla chiusura precauzionale dell'aeroporto. Non ci sono notizie di vittime o grandi danni a cose o persone, ma gli esperti mettono in guardia perché la situazione è molto instabile e potrebbero essere coinvolti da un'eventuale eruzione oltre mezzo milione di abitanti. Le ceneri già eruttate dal vulcano si sono spinte fino a 14 chilometri di distanza e l'Istituto filippino di vulcanologia e sismologia (Phivolcs) ha elevato il livello di allerta a quattro di cinque. Nell'intera provincia filippina di Batangas, dove si trova il vulcano Taal, è stato proclamato lo stato di calamità.

Il Taal, uno dei più piccoli vulcani al mondo, è anche uno degli oltre 20 crateri attivi nelle Filippine, un paese che si trova in una delle zone sismiche più calde del pianeta, nella cintura di fuoco del Pacifico.

La nube di ceneri e vapori rilasciata dall'eruzione del Taal a Tagaytay - Bullit Marquez/AP
L'eruzione vista da Lemery, provincia di Batangas - Aaron Favila/AP PhotosAaron Favila
Una famiglia lungo una strada coperta di cenere a Tagaytay - Aaron Favila/AP
Persone e poliziotti assistono all'eruzione a Tagaytay - Aaron Favila/AP
Una delle famiglie evacuate a Lemery, Batangas - Aaron Favila/AP
Questa foto parla da sola - Aaron Favila/AP
Aaron Favila/AP
Una decorazione natalizia coperta dalle ceneri - Aaron Favila/AP
La tempesta di fulmini al risveglio del vulcano - Aaron Favila/APAaron Favila
Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.