ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Aereo ucraino: secondo gli Usa sarebbe stato abbattuto per sbaglio da un missile iraniano

Aereo ucraino: secondo gli Usa sarebbe stato abbattuto per sbaglio da un missile iraniano
Diritti d'autore
Euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Le 176 persone a bordo del Boeing della Ukraine Airlines, che si è schiantato mercoledì a Teheran, sono morte per sbaglio. Secondo l'intelligence americana, l'aereo - decollato dall'aeroporto della capitale iraniana e diretto a Kiev - sarebbe stato abbattuto da un missile iraniano di fabbricazione russa, noto come Gauntlet presso la Nato.

Un video realizzato da un cittadino iraniano, diffuso inizialmente dal New York Times, mostrerebbe il momento dell'abbattimento dell'aereo. Euronews può confermare che il video è stato realizzato a Teheran.

In via non ufficiale i funzionari del Pentagono e dei servizi segreti hanno dunque escluso l'ipotesi avaria. L'aereo è precipitato qualche ora dopo il bombardamento iraniano contro due basi militari americane in Iraq, un atto di rappresaglia di Teheran dopo l'uccisione del generale Qassem Soleimani.

A confermare la pista del missile iraniano anche il Canada: il premier canadese Justin Trudeau ha dichiarato giovedì che il Boeing è stato abbattuto da un missile iraniano, probabilmente per errore.

"Non è stato voluto - ha dichiarato Trudeau - abbiamo informazioni da più fonti in modo particolare dei nostri servizi segreti e dei nostri alleati".

Dall'inchiesta iraniana sull'incidente era invece emerso che il velivolo stava rientrando nell'aeroporto di partenza a causa di un "problema tecnico". Nel corso di una conferenza stampa Ali Abedzadeh, capo dell'Aviazione civile iraniana, ha ribadito che "l'aereo non è stato colpito da nessun missile. Si è sviluppato un incendio durato circa un minuto e mezzo e il pilota ha provato a tornare all'aeroporto".

Anche la Cbs rilancia la tesi del missile: le fonti citate dal canale news sostengono che l'intelligence americana avrebbe rilevato i segnali di due missili, lanciati dagli iraniani e seguiti immediatamente dopo da un'esplosione. Non c'è però un avallo ufficiale alla notizia: nessuna conferma è arrivata dal Consiglio di sicurezza nazionale o dal Dipartimento di Stato.

Oleksiy Danilov, segretario del Consiglio nazionale per la sicurezza e la difesa dell’Ucraina, ha poi dichiarato sulle pagine social che è in corso un'inchiesta per capire se l'ipotesi avanzata dall'intelligence americana abbia dei riscontri.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.