ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Auto travolge comitiva, strage di turisti in Alto Adige

Auto travolge comitiva, strage di turisti in Alto Adige
Diritti d'autore
AP
Dimensioni di testo Aa Aa

Un "campo di battaglia". I testimoni descrivono così la scena dell'incidente stradale che ha provocato 6 morti e 11 feriti a Lutago, in Alto Adige.

L'automobilista, un giovane della val Pusteria di 27 anni, è stato arrestato con l'accusa di omicidio stradale e lesioni stradali. Guidava con un tasso alcolemico 4 volte superiore al limite consentito dalla legge.

Vigili del fuoco "Immagini choc"

"Inizialmente si parlava di incidente stradale con persone intrappolate, poi quando sono arrivato sul luogo mi è sembrato un campo di battaglia": a riferirlo è Helmut Abfalterer, uno dei primi vigili del fuoco volontari della stazione di Lutago ad intervenire nella notte sull'investimento di 17 persone.

Secondo Abfalterer le immagini viste dai soccorritori, circa 160 persone, "sono state uno shock anche per gli operatori di emergenza esperti". Sul luogo della tragedia i vigili del fuoco hanno allestito un posto di primo soccorso. Hanno fatto parte alle operazioni anche i carabinieri ai quali sono affidati i rilievi di legge e l'elicottero dell'Aiut Alpin Dolomites abilitato al volo notturno grazie a speciali sensori.

Due feriti considerati "critici" sono stati elitrasportati alla clinica universitaria di Innsbruck, uno a Bolzano e l'altro e' rimasto ricoverato a Brunico. A causare l'incidente un uomo di 27 anni di Chienes, paesino della Val Pusteria, che è stato tratto in arresto con l'accusa di omicidio stradale e lesioni stradali gravissime. Il giovane, che stando alle prime informazioni si era messo alla guida dopo aver assunto bevande alcoliche, ha investito il gruppo di turisti tedeschi - tutti tra i 20 e i 26 anni in vacanza in Alto Adige - che si trovavano alla fermata del pullman in attesa di essere riportati in albergo dopo aver trascorso la serata in discoteca.

Stragi del sabato: 178 morti e più conducenti ubriachi

Le stragi del sabato sono in diminuzione ed anche le vittime, ma aumentano nei fine settimana i conducenti fermati con tassi di alcol molto alti. Com'è avvenuto con il guidatore arrestato in val Aurina.

Nel 2019 Polizia Stradale ed Arma dei Carabinieri hanno rilevato 148 incidenti mortali con 178 vittime: 11 in meno del 2018. Nei weekend i conducenti controllati con etilometri e precursori sono stati 195.533, il 5,7% dei quali (pari a 11.063, di cui 9.432 uomini e 1.631 donne) è risultato positivo al test per tasso alcolemico, mentre nel 2018 la percentuale era stata del 5,2%.

Dal venerdìi alla domenica le persone denunciate per guida sotto effetto di sostanze stupefacenti, invece, sono state 408 e i veicoli sequestrati per la confisca 613.

72 morti in 3 mesi

Negli ultimi tre mesi del 2019 gli incidenti gravi verificatisi in Italia nelle notti del fine settimana sono stati 115 con 72 vittime: 25 avevano meno di 20 anni e 17 meno di 25 anni. Undici gli episodi di pirateria.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.