ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Russia: murales illegali di arte sacra

euronews_icons_loading
Un murale degli After Icon
Un murale degli After Icon   -   Diritti d'autore  fermo immagine video Ap
Dimensioni di testo Aa Aa

C'è qualcuno che porta Dio letteralmente in strada, anzi sui muri. Lo fa clandestinamente con una bomboletta spray. Sono gli artisti del collettivo After Icon. Hanno iniziato a fare dei murales con l'arte cristiana quattro anni fa nel Donbass, dove la guerra tra Kiev e le milizie sostenute dalla Russia infuriava. Vogliono avvicinare la gente alla chiesa ortodossa russa. Le immagini che vedete arrivano da Mosca.

artista di After Icon
Aleksandr Tsypkoartista di After Icon
Spero che guardando questi dipinti a qualcuno scatti qualcosa in testa e gli venga voglia di andare in un tempio e avvicinarsi a Dio. Questa sarebbe una bella vittoria
Aleksandr Tsypko
artista After icon

Anche se la chiesa ufficiale non ha preso posizione molti simpatizzano per questi ragazzi. "Penso che non dovremmo fermarli - dice l'arciprete Leonid Kalinin, Presidente del Consiglio di esperti per la cultura, l'architettura e il restauro della Chiesa - perché hanno il desiderio di esprimere in qualche modo la loro fede e vogliono che queste immagini sacre vengano viste da molte persone, non nello spazio chiuso del tempio, ma fuori andando incontro alla gente".

I murales a volte durano solo pochi giorni perché vengono cancellati dai servizi municipali, ma questo dipinto della Vergine Maria è rimasto intatto.

fermo immagine video Ap
Murale della Vergine Maria in centro a Moscafermo immagine video Ap
Vogliamo che questi dipinti siano come dei segnali stradali che indicano la via per arrivare a Cristo
Anton Belikov
artista e curatore del progetto After Icon

Gli artisti di After Icon portano le loro opere anche nelle chiese abbandonate.

fermo immagine video Ap
Un murale in una chiesa abbandonatafermo immagine video Ap