ULTIM'ORA

Prima morte da sigaretta elettronica in Belgio

Prima morte da sigaretta elettronica in Belgio
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Si chiamava Raphaël Pauwaert, aveva diciotto anni...è morto a causa di un'infezione polmonare correlata a una sostanza tossica assorbita con la sigaretta elettronica. Un vapo che ha avuto per il suo compleanno e che ha testato una serata in famiglia con un prodotto a base di cannabis.

Un cocktail letale

All'interno della sua sigaretta elettronica, un liquido a base di cannabidiolo, una molecola non psicotropa da banco, miscelata con olio di vitamina E, illegale e probabilmente trovata sul mercato nero. È a questo mix che gli investigatori attribuiscono la morte di Raphaël Pauwaert, in Belgio. Una morte che ricorda diversi casi simili negli Stati Uniti. Erano stati 39 in totale.

Le preoccupazioni del legislatore

Il dibattito sul controllo dei prodotti derivati ​dalla cannabis si infiamma in Belgio, tutta roba che c'è sul mercato. Bruxelles promette di rafforzare la sua legislazione.

Nonostante la morte di Raphaël, si punta a non generalizzare, secondo le autorità sanitarie francesi , la sigaretta elettronica rimane infinitamente meno dannosa della sigaretta a base di tabacco.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.