ULTIM'ORA

Trasporti, le aziende inglesi alla finestra attendono la rivoluzione Brexit

Trasporti, le aziende inglesi alla finestra attendono la rivoluzione Brexit
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

LONDRA - Il mondo del lavoro britannico si prepara ad affrontare i cambiamenti epocali che interverranno con Brexit. Ogni settore dovrà fare i conti con nuove leggi e nuove normative che regoleranno i nuovi flussi di lavoro. Nello specifico Euronews si è occupata di scoprire come si stanno muovendo le aziende produttrici del pallet che muove centinaia di tonnellate di merci in tutto il mondo. Al momento le linee guida sono le stesse che regolano il settore negli altri paesi europei ma ovviamente le cose stanno per cambiare e gli operatori sono ancora alla finestra indecisi sul da farsi anche se , come in ogni campo, ci sono aziende piu' all'avanguardia che stanno cercando di conquistare in anticipo una fetta di mercato facendosi trovare pronte e aggiornate nonappena le regole cambieranno.

Per esempio David Church, dell'azienda Bravest Manufacturing Company, spiega che "tutti i pallet che vengono spediti al di fuori dell'Europa al momento devono essere trattati termicamente per eliminare le malattie mentre al momento non è necessario riscaldare i pallet che viaggiano in Europa, ma se sarà una brexit dura anche quelli dovranno potenzialmente essere trattati ".

Prepararsi al futuro è una sfida importante ma per le aziende, soprattutto quelle meno strutturate, è necessario un supporto . Secondo l'organizzione dei produttori , infatti, alcune aziende non si stanno preparando a Brexit perché di fatto non credono che possa veramente accadere mentre altre semplicemente non possono permettersi di aggiornarsi senza avere certezze.

Solo qualche azienda si è portata avanti e ha iniziato a stoccare i pallet trattati termicamente, come spiega Tony Mountain , rappresentante di una delle aziende coraggiose che hanno già commutato il trattamento dei legnami in modo che i loro pallet siano pronti ai cambiamenti normativi. Mentre i clienti stanno per il momento alla finestra per capire cosa realmente cambierà e se convenga o meno convertire la produzione.

Intanto il governo del Regno Unito sta lavorando con gli enti del settore e sta fornendo informazioni relative a Brexit alle aziende. Ma qualcuno, come Jo James della Camera di Commercio britannica, ritiene che le risorse siano insufficienti..

" Non ha senso avere dei piani di emergenza fantastici su come spostare le merci. In un mondo ideale tutti sapranno esattamente cosa fare, avremo i documenti giusti e nessun problema, ma in realtà non sarà così e la mia unica paura è che potremmo finire con le strade congestionate.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.