Brexit, cosa prevede l'intesa

Brexit, cosa prevede l'intesa
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Quattro punti dell'accordo tra Bruxelles e Londra

PUBBLICITÀ

Vediamo da vicino cosa prevede l'accordo sulla Brexit.

Michael Barnier, capo negoziatore europeo: "Punto numero uno: l'Irlanda del Nord rimarrà allineata a una serie limitata di norme europee, in particolare relative alla movimentazione delle merci".

Le merci in ingresso in Irlanda del Nord saranno sottoposte agli stessi controlli previsti per le merci che arrivano nel regno Unito, ma non ci saranno controlli per le merci che attraversano il confine. Inoltre si ribadisce che qualsiasi infrastruttura di frontiera costituisce una violazione agli accordi di pace del venerdi Santo.

Michael Barnier, capo negoziatore europeo: "Punto numero due: L'Irlanda del Nord resterà nell'area doganale del Regno Unito, beneficiando quindi della futura politica commerciale di Londra. Ma resterà anche un punto di ingresso nel mercato unico".

L'Irlanda del Nord dovrà imporre dazi alle imprese che importano merci sul suo territorio destinate all'Unione europea, e questo significa che non sarà necessario effettuare controlli oltre confine.

"Così l'Irlanda del Nord si allontana un po dal sistema doganale britannico e crea molti oneri aggiuntivi per il sistema nordirlandese", spiega Joelle Grogan, della Middlesex University.

Michael Barnier, capo negoziatore europeo: "Punto numero tre: Per tutta la notte e anche stamattina, stavamo lavorando sulla questione dell'Iva"

In Irlanda del Nord sarà vigente l''Iva europea, ma verrà riscossa dal Regno Unito. Questo significa che Dublino continuerà a giocare un ruolo essenziale, così come prevedono le norme europee, in tutta questa materia.

Michael Barnier, capo negoziatore europeo. "Punto numero quiattro: Quattro anni dopo l'entrata in vigore del protocollo i rappresentanti dell'Irlanda del Nord potranno decidere se continuare a applicare le norme relative oppure il contrario".

Infine il testo dell'accordo impegna La Gran Bretagna a non fare concorrenza sleale ai Paesi Ue per un anno e mezzo dopo l’accordo del 31 ottobre 2019.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Brexit: il Parlamento approva il rinvio del voto, nuovo schiaffo per Johnson

Trasporti, le aziende inglesi alla finestra attendono la rivoluzione Brexit

L'aspetto fisico dei vostri genitori può avere conseguenze sul vostro portafoglio. Ecco come