ULTIM'ORA

Papa Francesco tifoso dei New Orleans Saints? Colpa di un tweet

Papa Francesco tifoso dei New Orleans Saints? Colpa di un tweet
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Che Papa Francesco ami il calcio non è un segreto. Il Pontefice è un grande tifoso del San Lorenzo de Almagro, uno dei club storici dell'Argentina. Domenica un tweet in inglese pubblicato sull'account ufficiale ha fatto credere per qualche ora a molti fedeli che, oltre al calcio, il Papa fosse anche un appassionato di football americano.

Un malinteso generato da una disattenzione dello staff che gestisce l'account inglese del Pontefice nel tweet dedicato alla proclamazione di cinque nuovi Santi avvenuta ieri.

"Oggi - si legge nel tweet - ringraziamo il Signore per i nuovi #Santi, che hanno camminato nella fede e che ora invochiamo come intercessori". Niente di strano, almeno ad una prima lettura. Se non fosse per quel giglio subito dopo l'hashtag #Saints: è quello utilizzato dai New Orleans Saints, squadra della Nfl, la lega statunitense di football.

Il post è diventato virale nel giro di poche, raccogliendo quasi 100mila like e 30mila retweet. Gli utenti del social hanno inondato il post di commenti ironici e meme.

Alla 'benedizione' del Pontefice ha fatto seguito la vittoria dei Saints che, pur privi di Drew Brees, uno dei migliori giocatori nella storia della Nfl, hanno battuto i Jacksonville Jaguars. Dopo la vittoria, i Saints hanno risposto al tweet del Pontefice: "Non potevamo perdere dopo questo".

I cinque Santi proclamati da Francesco sono John Henry Newman, fondatore dell’Oratorio di San Filippo Neri in Inghilterra; suor Giuseppina Vannini, fondatrice delle Figlie di San Camillo; suor Mariam Thresia Chiramel Mankidiyan, fondatrice della Congregazione delle Suore della Sacra Famiglia; suor Dulce Lopes Pontes e la laica Margherita Bays.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.