Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Thomas Cook, ora i prezzi salgono alle stelle

Thomas Cook, ora i prezzi salgono alle stelle
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Il crollo di Thomas Cook ha fatto saltare i piani per le vacanze a milioni di persone: ai tanti che si sono visti annullare le prenotazioni, e ai tanti altri vacanzieri di settembre, che hanno visto i prezzi andare alle stelle.

Michalis Vlatakis, presidente degli operatori turistici a Creta: "Quando non ci sono aerei e non ci sono posti, è ovvio che i prezzi salgano alle stelle. Se qualcuno vuole prenotare un biglietto aereo dall'Inghilterra a Creta, i prezzi ora sono tre volte più cari di prima del fallimento".

"Gli operatori turistici lamentano che i prezzi dei pacchetti vacanze siano già saliti di molto. Nonostante la prospettiva di ricevere delle compensazioni, ora le tariffe per una famiglia di quattro persone sono proibitive", spiega Symela Touchtidou.

Le isole greche finora erano considerate una destinazione relativamente economica per la maggior parte delle famiglie europee. In questo periodo dell'anno, un pacchetto da dieci giorni a Creta può costare da 400 a 800 euro a persona.

"Vogliamo rimanere dieci giorni a Piskopiano e abbiamo un appartamento con la prima colazione 490 euro tutto compreso", dice una turista tedesca."Abbiamo prenotato circa due - tre mesi fa e il nostro hotel è ok. Sappiamo che torneremo a casa, questo è importante per noi. Saremo qui 9 giorni per circa 800 euro a persona", aggiunge un altro.

I tour operator ora temono che l'onda lunga del fallimento di Thomas Cook possa durare addirittura fino alla prossima stagione. Intanto, gli albergatori sulle isole greche, per tentare di conservare le camere piene, hanno già cominciato a tagliare i loro prezzi.