Dodici foreign fighter identificati dall'Interpol nel Mediterraneo

Dodici foreign fighter identificati dall'Interpol nel Mediterraneo
Diritti d'autore Un agente a Palermo - Interpol
Diritti d'autore Un agente a Palermo - Interpol
Di Sergio Cantone
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Dodici foreign fighter identificati dall'Interpol nel Mediterraneo

PUBBLICITÀ

Una decina di sospetti foreign fighters, stranieri "terroristi combattenti", in viaggio attraverso il Mediterraneo sono stati individuati grazie a una operazione di frontiera marittima dell'Interpol. Battezzata Nettuno Seconda, l'operazione si è svolta dal 24 luglio all'8 settembre, e si è concentrata alla ricerca di sospetti terroristi che potenzialmente si muovono usando le rotte marittime informali tra Nord Africa e l'Europa.

I funzionari di sette porti marittimi di Algeria, Francia, Italia, Marocco, Spagna e Tunisia hanno effettuato oltre 1,2 milioni di ricerche nei database dell'Interpol, cercando tra l'altro documenti di viaggio rubati o andati persi. L'operazione ha portato all'avvio di 31 indagini penali, e di queste almeno 12 sono legate al movimento di presunti terroristi.

Interpol è la più grande organizzazione internazionale di polizia a livello mondiale, raccoglie e classifica informazioni su oltre 50.000 presunti foreign fighters e dispone di circa 400.000 records relativi al terrorismo

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Interpol scende in campo nella battaglia contro Al-Shabaab

Giornata della Terra 2024: la sfida del Pianeta contro l'inquinamento da plastica

Russia, respinto l'appello di un uomo arrestato per l'attentato alla Crocus city hall di Mosca