Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Mattarella affida l'incarico a Conte: "È il momento del coraggio e della novità"

Mattarella affida l'incarico a Conte: "È il momento del coraggio e della novità"
Diritti d'autore
Paolo Giandotti/Handout via REUTERS
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Parte il tentativo per il Conte-bis. Mattarella ha convocato il Presidente del Consiglio uscente alle 9.30 al Quirinale e gli ha affidato 'incarico di formare un governo in base all'intesa politica certificata nelle consultazioni da Cinque Stelle e Dem.

Giuseppe Conte, come da prassi, ha accettato con riserva. Le consultazioni si terranno a Montecitorio. Dopo aver parlato con le forze politiche della potenziale maggioranza, si recherà nuovamente dal Presidente per sciogliere la riserva.

"Questo è il momento del coraggio, e della determinazione"

"È il momento del coraggio e della determinazione. Il coraggio di disegnare un Paese migliore", ha detto Conte durante la sua conferenza stampa. "È il momento di un nuovo umanesimo, di un governo nel segno della novità: è quello che mi chiedono anche le forze politiche. è il momento di una nuova stagione di rilancio, di speranza, che offra al Paese risposte e certezze".

Il Presidente del Consiglio incaricato ha indicato come sia necessario fare presto: "È una fase molto delicata per il Paese, dobbiamo uscire al più presto dall'incertezza politica, in una congiuntura economica che presenta criticità. Ci separano poche settimane dall'inizio della sessione di bilancio, dobbiamo metterci subito all'opera per una manovra economica che contrasti l'aumento dell'Iva, tuteli i risparmiatori e lo sviluppo sociale. Dobbiamo recuperare il tempo perduto per consentire all'Italia di svolgere un ruolo da protagonista in Europa, adoperandoci per trasformare questo momento di crisi in opportunità. Il paese ha esigenza di procedere speditamente".

Quindi Conte ha elencato una serie di valori che, a suo dire, impronteranno la stesura del programma di governo come l'istruzione di qualità, la tutela dell'ambiente, le infrastrutture, le energie rinnovabili, il patrimonio artistico e culturale e il benessere ecosostenibile. "Un Paese dove le tasse le paghino tutti, ma proprio tutti, ma meno".

Il suo mandato prenderà come riferimento, ha concluso, alcuni principi cardine della nostra costituzione come il primato della persona, del lavoro, l'uguaglianza e rispetto delle istituzioni.

I problemi da affrontare

I nodi ora riguardano: il possibile voto su Rousseau; il ruolo avrà Di Maio; a chi andranno i ministeri principali; se ci saranno e quanti saranno i vicepremier; ma, soprattutto, con quale programma governerà la nuova alleanza. Non solo: un eventuale nuovo esecutivo dovrà portare a casa manovre economiche senza avere il controllo di 11 commissioni parlamentari, appannaggio della Lega per i prossimi 15 mesi.

Entrambe le forze politiche devono anche gestire la grana del consenso/dissenso interno. "Serve il coraggio di tentare per chiudere la stagione dell'odio", ha detto ieri Zingaretti. Poco dopo, il capo M5s ha rivendicato di aver già rinunciato al ruolo di premier indicando Conte un anno fa e declinando un nuova offerta della Lega, facendo intuire che non sarebbe disposto ad ulteriori rinunce.

Il discorso integrale di Giuseppe Conte