Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Siria: espugnata Maarat al-Numan ad Idlib

Siria: espugnata Maarat al-Numan ad Idlib
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Decine di migliaia di siriani si stanno muovendo verso il confine con la Turchia dopo che l'esercito siriano, spalleggiato dalla Russia, ha rafforzato l'offensiva contro i ribelli a Maarat al-Numan, città della provincia di Idlib, in mano ai ribelli dal 2014. Negli ultimi 10 giorni si sono intensificati i raid delle forze governative. Centinaia di civili hanno perso la vita e 400mila persone hanno dovuto lasciare le loro case. Dopo 8 anni di guerra sembra che le forze siriane, spalleggiate da Russia e Iran, siano arrivate all'attacco finale.

Espugnata Khan Sheikoun

Le forze governative siriane sono entrate a Khan Sheikhoun, roccaforte jihadista situata nel sud della provincia di Idlib. Dopo aver recuperato diversi villaggi circostanti, l'esercito di Assad, supportato dall'aviazione russa, è riuscito a penetrare la città, dal versante nord-occidentale. Non sono mancati violenti scontri, con le forze del gruppo Hayat Tahrir al-Sham (Hts), legato ad al-Qaeda.

Turchia: "Condanniamo fermamente il raid sul nostro convoglio"

Nel frattempo, Ankara condanna fermamente un raid aereo delle forze siriane e russe su un convoglio militare turco, nella stessa zona, che avrebbe provocato la morte di tre civili e il ferimento di altri 12. Il convoglio, composto da una cinquantina di veicoli militari, si stava dirigendo verso Maaret al-Nouman, 25 chilometri a sud di Khan Sheikhoun.

E' il ministero della Difesa turco ad annunciarlo, denunciando la violazione degli accordi stabiliti con Mosca nel 2018. Immediata la risposta di Damasco. "I veicoli turchi carichi di munizioni si stanno dirigendo verso Khan Sheikhun per aiutare i terroristi, confermando ancora una volta il sostegno fornito dal regime turco ai gruppi terroristici", ha affermato una fonte del ministero degli Esteri siriano.