Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Greta Thunberg divide l'opinione pubblica francese

Greta Thunberg divide l'opinione pubblica francese
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

La giovane ecologista svedese Greta Thunberg è diventata ormai un simbolo mondiale dellalotta ai cambiamenti climatici.Non senza suscitare però polemiche e critiche. Come in Francia dove la giovane ha ricevuto un premio ma sono anche arrivati appelli a boicottare il suo previsto discorso all’Assemblea Nazionale di Parigi.

II primo a scagliarsi contro l’attivista, il candidato alla presidenza del Partito Les Républicains, Guillaume Larrivé. In un tweet, simile a quello di altri suoi colleghi della destra moderata e lepenisti, il deputato ha ricordato che per lottare intelligentemente non c’è bisogno di guru apocalittici, ma di progressi scientifici e di coraggio politico.

La pioggia di critiche non finisce qui. Bénédicte Peyrol, di En Marche, il partito fondato dal Presidente Macron, dice di non capire come Greta sia potuta diventare un’icona. “I miei eroi, prosegue, sono quelli cercano di trovare una soluzione. Sono gli agricoltori che incontriamo, che si chiedono cosa si deve fare per rendere il mondo più green. Siamo tutti consapevoli dell'emergenza climatica, i dati ufficiali della comunità scientifica sono riconosciuti più o meno da tutti. Dobbiamo prendere provvedimenti concreti."

Azioni concrete da politici e giovani

Greta Thunberg, in questi mesi, ha diviso l'opinione pubblica, ma ha avuto un impatto forte sui giovani. Qui a Lione abbiamo chiesto ad alcuni adolescenti cosa pensano di lei e cosa pensano di poter fare nel loro quotidiano per l'ambiente. Ebbene quasi tutti quelli con cui abbiamo parlato hanno detto di conoscere questa ragazzina così determinata nella sua battaglia. Molti hanno recentemente partecipato alle marce sul clima. Perché il problema è reale.

"Greta è una nostra coetanea, questo ci fa sentire più coinvolti. Siamo interessati a quello che fa e a quello che dice”, fa notare una ragazza. "Alcuni parlamentari lavorano da tempo sulla questione ambiente ma penso che la voce dei giovani possa amplificare la voce del movimento."

Greta Thunberg non è stata tuttavia la prima giovane a far sentire la sua voce. Molti ragazzi francesi hanno voluto farci sapere che da tempo stanno facendo azioni anche piccole per salvare la terra, come il riciclo, l’uso moderato delle auto, e altre sfide che vengono portate avanti sui social media.

La 16enne svedese arriva in Francia in un momento in cui il Paese ha dichiarato a giugno lo stato di emergenza climatico, fissando obiettivi ambiziosi per le emissioni di carbonio per i prossimi decenni.