Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Iran-Regno Unito, le schermaglie petrolifere continuano

Iran-Regno Unito, le schermaglie petrolifere continuano
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Resta alta la tensione per quella che è stata definita la "guerra delle petroliere" tra Iran e Regno Unito.

Londra esprime disappunto per il sequestro della Stena Impero, battente bandiera britannica: un vero e proprio blitz nello Stretto di Hormuz, con motoscafi di fianco alla nave ed uomini col volto coperto calatisi sul ponte da un elicottero.

Teheran, dal canto proprio, accusa la petroliera di aver violato le norme sulla navigazione, speronando un peschereccio, ed intima di non avere intenzione di recedere di fronte "al nemico, sia Saddam, Trump o la Regina".

Dopo avere approvato un’operazione militare come ritorsione per l’abbattimento di un drone statunitense, lo scorso 20 giugno Trump ha cambiato idea in extremis, annullando un bombardamento che avrebbe reso critica la situazione nel Golfo Persico.

L'Iran ha replicato di non avere intenti bellici, ma di non avere paura di nessuno, considerando il sequestro della petroliera una misura di "reciprocità" rispetto alla nave iraniana bloccata a Gibilterra ad inizio mese.

L'Arabia Saudita, intanto, accoglierà forze statunitensi sul proprio territorio per garantire la sicurezza nella regione.