Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Dietrofront di Donald Trump su rimpatrio clandestini

Dietrofront di Donald Trump su rimpatrio clandestini
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Sarebbero dovute essere già scattate le maxi retate contro gli immigrati illegali in 10 città americane. Ma il presidente Donald Trump ha deciso di rinviarle di due settimane. Scopo dell'intervento è il rimpatrio forzato degli irregolari nei loro Paesi di origine.

Come si legge in un tweet, il leader della Casa Bianca ora cerca così di mediare con i democratici". Una misura che ha provocato anche divisioni all'interno del governo, con le perplessità del segretario ad interim alla sicurezza nazionale Usa, McAleenan.

Trump ha spiegato di aver deciso il rinvio per concedere al Congresso la possibilità di "lavorare ad una soluzione ai problemi sull'asilo e sulle scappatoie legislative al confine meridionale. Altrimenti via alle espulsioni!". Secondo alcune statistiche sarebbero duemila gli irregolari, una cifra che però non è riferita ai singoli soggetti, ma alle famiglie che potrebbero essere interessate. Difficile dunque stabilire dei numeri esatti. Il tycoon sembra aver evitato la dolorosa stretta che sta terrorizzando migliaia di famiglie di immigrati negli Stati Uniti. Ma solo per il momento.