EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Georgia: il parlamentare russo scatena la protesta a Tblisi

Georgia: il parlamentare russo scatena la protesta a Tblisi
Diritti d'autore 
Di Salvatore Falco
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Sergei Gavrilov, comunista e sostenitore del Presidente Putin, si è seduto sullo scranno della presidenza del parlamento e si è rivolto ai delegati in russo. Per il premier georgiano MOsca userebbe una Quinta colonna nel Paese per fomentare rivolte. Almeno 70 feriti.

PUBBLICITÀ

La visita dilpomatica del parlamentare comunista russo Serghiei Gavrilov, che si è seduto sullo scranno del presidente dell'Assemblea, ha scatenato la rabbia di migliaia di manifestanti che, nella serata di giovedi, hanno preso d'assalto il palazzo del parlamento a Tiblisi, lanciando bottiglie e confrontandosi corpo a corpo con la polizia in tenuta anti sommossa. Gli agenti hanno usato gas lacrimogeni, proiettili di gomma e cannoni ad acqua per disperdere la folla. Gli scontri sono andati avanti per ore. Almeno 70 persone sarebbero finite all'ospedale con ferite compatibili con l'uso delle armi di dissuasione usate dalle forze dell'ordine.

Gavrilov era stato invitato a un vertice dell'Associazione interparlamentare dell'ortodossia. L'opposizione georgiana accusa il partito di governo di mancanza di fermezza e chiedono le dimissioni del presidente del parlamento e del ministro degli Interni.

Per il primo ministro georgiano Mamuka Bakhtadze si è trattato di un atto provocatorio organizzato dalle forze di opposizione. In particolare dal Movimento Nazionale Unito, partito di opposizione guidato dall'ex premier Saak'ashvili. Secondo il premier una "quinta colonna" russa starebbe agendo in segreto fomentando rivolte nel Paese.

Tbilisi e Mosca hanno rotto le relazioni diplomatiche nel 2008, dopo la guerra per il controllo dell'Abkhazia e l'Ossezia meridionale - oggi controllate militarmente dai russi - e i sentimenti anti-Mosca restano forti in Georgia. Ad infiammare gli animi e scatenare il tentato assalto sono state le immagini tv in cui Sergei Gavrilov, comunista e sostenitore del Presidente Putin e dell'indipendenza delle due regioni, era seduto sullo scranno della presidenza. Il parlamentare, inoltre, si è rivolto ai delegati in lingua russa.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Al via lo stop ai voli fra Russia e Georgia

Georgia: protesta anti-russa spinge presidente parlamento alle dimissioni

Una scuola europea porta la speranza in Georgia