Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.

ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gran Bretagna: zero emissioni entro il 2050

Gran Bretagna: zero emissioni entro il 2050
Dimensioni di testo Aa Aa

Prima di traslocare da Downing Street Theresa May vuole lasciare un'impronta storica del suo passaggio in tema di ambiente. Il Governo infatti presenterà nelle prossime ore al parlamento un emendamento che impegna il Regno Unito ad azzerare le emissioni di gas serra entro il 2050, diventando la prima nazione del G7 a imporsi questo ambizioso obiettivo e a dare l'esempio.

Il corrente target del Climate Change Act, approvato nel 2008, prevede un taglio dell'80% entro il 2050 rispetto ai livelli del 1990.

Questo implicherà il bando dei diesel almeno entro il 2035, nuovi investimenti nel settore delle rinnovabili, incentivi per le ristrutturazioni edilizie, per rendere più efficenti gli edifici, energivori e responsabili del 39% delle emissioni di anidride carbonica a livello globale.

Il governo non ha specificato se questo implicherà un aumento delle tasse per i contribuenti, o se il conto verrà presentato alle imprese che inquinano.

Il ministro delle Finanze Philip Hammond ha stimato costi per un trilione di sterline entro il 2050, ma gli ambientalisti ricordano che queste cifre non tengono conto dei risparmi che deriveranno da una popolazione più in salute e un ambiente meno devastato dagli effetti del cambiamento climatico.

I candidati conservatori alla successione di May sono tutti a favore. In testa Boris Johnson, che in occasione della Giornata mondiale dell'ambiente ha fatto un tweet a sostegno della riforma: