This content is not available in your region

Guerra commerciale, la Cina agli Usa: "Nessuna concessione"

Access to the comments Commenti
Di Salvatore Falco
euronews_icons_loading
Guerra commerciale, la Cina agli Usa: "Nessuna concessione"

Donald Trump rilancia la guerra commerciale con la Cina. Il Presidente statunitense ordina di alzare le tariffe su praticamente tutti gli altri prodotti importati a meno di 24 ore dall'aumento dei dazi dal 10% al 25% su 200 miliardi prodotti cinesi.

Il nodo principale nelle trattative sta nella richiesta di Pechino di annullare tutte le tariffe punitive in caso di accordo.

"Siamo d'accordo su molti argomenti - ha detto il vicepremier cinese, Liu He - Ma per parlare francamente ci sono aree in cui abbiamo differenze, e crediamo che riguardino grandi principi. Non faremo concessioni su alcune questioni di principio".

L'altro nodo è legato all'accordo raggiunto l'anno scorso in Argentina su una cifra preliminare per gli acquisti di beni degli Stati Uniti. La Cina chiede il rispetto di questo patto.

Trump conferma che i negoziati proseguiranno a Pechino e in un tweet sottolinea l'ottima relazione con il Presidente cinese Xi Jinping.

Dallo scorso anno, Usa e Cina hanno imposto dazi all'import reciproci per oltre 360 miliardi di dollari, frenando l'export di prodotti a stelle e strisce e con un impatto sulla produzione manifatturiera di entrambi i Paesi.